Campania

L’attuale zona di produzione della Fiano di Avellino DOCG nella sua attuale conformazione fu così già descritta nel 1642 dallo storico Fra’ Scipione Bellabona nei “Raguagli della città di Avellino”.

LEGGI

La denominazione Greco di Tufo DOCG descrive due tipologie di vino: Bianco e Spumante. Il vino Greco di Tufo Bianco è un vino di colore giallo paglierino più o meno intenso, di odore gradevole e intenso. Al sapore risulta fresco, secco e armonico.

LEGGI

L’Aglianico del Taburno DOCG è la denominazione relativa alla produzione di vini di vitigno Aglianico prodotti in alcuni comuni nella provincia di Benevento .

LEGGI

La mozzarella di bufala è un prodotto tipico della Campania. Famosissima in tutto il mondo, questo prodotto caseario ha origini antichissime. Già documentata nel Duecento, si cominciò a produrre su vasta scala solo dal XVII secolo. Questo formaggio fresco a pasta filata è ottenuto interamente da latte bufalino e la sua consistenza elastica si mantiene solo per le prime ore, poi diviene sempre più fondente.

LEGGI

Il limone di Procida è un prodotto tipico dell’isola di Procida nella provincia di Napoli. Il clima favorevole dell’isola, sempre mite, umido e con una certà salinità trasportata dai venti, aggiunta a generazioni di contadini che per tradizioni hanno sviluppato tecniche di coltura tipiche di quest’isola, hanno prodotto questa tipologia di Limone.

LEGGI

Il pomodorino del Piennolo del Vesuvio è un prodotto tipico della Campania. Questo pomodoro (Lycopersicon esculentum) cresce rigoglioso nei pressi di Napoli sfruttando appieno il terreno vulcanico e il sole, che a Napoli non manca mai. Questi due ingredienti hanno dato vita ad un prodotto agricolo tra i più famosi in tutto il mondo, tanto da meritarsi anche la denominazione DOP.

LEGGI

crocchè sono una ricetta tipica napoletana. Vero e proprio piatto di strada (street food) di forte tradizione popolare, si è diffuso moltissimo in altre regioni dell’Italia meridionale, in particolare la Sicilia, dove è stato abbinato alle panelle per ottenere il famoso panino panelle e crocchè. Comunque nella tradizione napoletana, questo piatto di strada ha saputo trovare il suo spazio come antipasto prima di una pizza, e nella preparazione casalinga come ottimo piatto da preparare “abbondantemente” in occasioni di festa. Esistono versioni diverse, soprattutto nella scelta del formaggio all’interno, e alcune di esse richiedono l’aggiunta di salumi all’impasto.

LEGGI

 Gli spaghetti allo scoglio sono un primo piatto della Campania, ormai cucinato e preparato in tutta Italia. Piatto ricchissimo e prelibatissimo, amato da tutti gli appassionati di pesce, rimane comunque un piatto leggero e adatto anche per le giornate estive, magari gustandolo all’aperto in riva al mare. Per quanto riguarda le varietà di pesce utilizzate, queste variano di moltissimo, alcuni sono immancabili come le cozze e i gamberetti, ma si possono arricchire anche con cicale di mare, scampi, vongole e telline, per non dimenticare qualche calamaretto! 

LEGGI

Il babà, o babbà, è un dolce tipico della pasticceria napoletana. Questo dolce nacque dalla rivisitazione di un dolce polacco, che ne fu sfruttata soprattutto la procedura di lievitazione che garantisce una consistenza estremamente spumosa e soffice. Questo dolce di nome babka ponczowa, diventò semplicemente babbà, termine molto più pronunciabile. Imbevuto di rum, oggi questo dolce ha saputo conquistare non solo il cuore dei napoletani, ma di tutta Italia, diventando un dolce simbolo della città.

LEGGI