Puligioni galluresi 5/5 (2)

 puligioni galluresi

Puligioni galluresi

Tempo 100x100Durata: 1 h 10 min                      

 Difficoltà: intermedia              

SardegnaOrigine: Sardegna

I puligioni galluresi, chiamati anche ravioli galluresi, sono una ricetta tipica della Sardegna. Questi ravioli hanno un ripieno di ricotta con un gusto dolciastro grazie all’aggiunta di zucchero e scorze di agrumi, buonissimi da mangiare con il sugo di pomodoro e pecorino creando un forte contrasto di sapori che li rende davvero unici.

Ingredienti

Per 4 persone:

Per la pasta:

Semola di grano duro360g
Uova1
Saleq.b.

Per il ripieno:

Ricotta di pecora250g
Uova1
Limone1
Arancia1
Zucchero2 cucchiai
Arancia1

Per il condimento:

Pomodori maturi400g
Basilico1 mazzetto
Aglio1 spicchi
Pecorino grattugiatoq.b.
Olio extra vergine di olivaq.b.
Saleq.b.

Procedimento

Per prima cosa effettuiamo la preparazione della sfoglia per i ravioli.

Preparate una spianatoia e disponete su di essa la semola di grano duro formando una fontana con un incavo al centro. Sgusciate un uovo al centro, aggiungete un pizzico di sale ed un bicchiere di acqua. Cominciate ad impastare dapprima delicatamente per non far fuoriuscire tutta l’acqua e l’uovo, ma per farli incorporare gradualmente nella semola di grano duro. Una volta incorporati, cominciate ad impastare vigorosamente in modo da ottenere sempre più una maggiore elasticità all’impasto.

Poi ottenuta la giusta consistenza, formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Sfruttiamo questo tempo per la preparazione del ripieno. Prendete una ciotola e aggiungete all’interno la ricotta setacciata (io utilizzo uno schiacciapatate). Poi aggiungete un pizzico di sale. Prendete il limone e l’arancia (possibilmente non trattati) e con una grattugia grattugiate per bene tutta la loro buccia. Aggiungete un po’ di pecorino grattugiato all’interno (3-4 cucchiai) e poi rompete un uovo per amalgamare meglio la farcitura. Mescolate per bene fino ad amalgamare per bene tutti gli ingredienti. Poi lasciate riposare gli ingredienti per una decina di minuti.

Trascorso il tempo, tirate fuori la pasta dal frigo, togliete la pellicola trasparente e sulla spianatoia infarinata preparate una sfoglia di circa 1 mm di spessore. Disponete su di essa delle belle porzioni dell’impasto di ricotta nella ciotola a circa 6-7 cm di distanza l’una dalle altre. Poi tagliate dei cerchi o dei rettangoli (a seconda di come li preferite) intorno a queste porzioni di ripieno utilizzando un coltello. Piegate a mezzaluna, fate aderire per bene i bordi premendo con le dita, infine ripassate il bordo con una rotella dentata, questo aumenterà l’adesione della pasta ai bordi.

Una volta pronti i ravioli disponeteli in un vassoio avendo cura di spolverarli con semola di grano duro in modo da non farli attaccare tra di loro e di mantenerli asciutti.

Adesso pensiamo alla preparazione del sugo.

Lavate i pomodori freschi e tagliateli a tocchetti con tutta la buccia (potete eliminare i semi all’interno).

Prendete una padella, aggiungente un filo d’olio di oliva abbondante, uno spicchio d’aglio intero che farete dorare per 3-4 minuti. Poi unite i tocchetti di pomodoro fresco e le foglie di basilico. Regolate di sale e fate cuocere a fuoco lento per una 30 di minuti.

Riempite una pentola di acqua e portate a bollore. Una volta che l’acqua comincerà a bollire aggiungete una presa di sale e poi versate i puligioni. Lasciateli cuocere per pochi minuti poi scolate.

Condite i puligioni galluresi con il sugo di pomodoro fresco e poi guarnite con qualche foglia di basilico fresco e un’abbondante spolverata di pecorino sardo. Servite i puligioni galluresi ben caldi.

Dai il tuo voto