Agnolotti alla Piemontese 5/5 (2)

Agnolotti alla piemontese

Agnolotti alla Piemontese

Durata 2 h 30 min

Difficoltà Difficile

Origine Piemonte

Gli agnolotti alla piemontese sono uno dei formati di pasta ripiena più famosi in Italia. A base di carne macinata arricchita da verdure lessate, questi ravioli hanno da sempre caratterizzato le prime portate della cucina piemontese. Ottimi, gustosi e ricchi vengono spesso serviti con condimenti a base di brasato di carne oppure in brodo, ma anche semplicemente con burro e salvia.

Vino in abbinamento: Dolcetto di Diano d’Alba Superiore DOCG

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

Per la preparazione della pasta:

  • 350 gr di Farina
  • 3 uova
  • Sale

Per il ripieno:

  • 250 gr di Brasato o Arrosto di Manzo
  • 100 gr di Arrosto di maiale
  • 50 gr di Prosciutto crudo
  • 50 gr di Cervella di Vitello
  • 1 Mazzo di Lattuga
  • 1 noce di burro
  • 1 Uovo
  • 4 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • Noce moscata
  • Rosmarino
  • Sale

Per il condimento:

  • Brodo di carne
  • 2 grosse noci di burro
  • 5-6 foglie di Salvia
  • Parmigiano grattugiato
  • Tartufo bianco (facoltativo)
  • Sale

Procedimento

Prendete la lattuga, e lavatela e mondatela sotto l’acqua corrente. Poi scottate le foglie in una pentola di acqua bollente. Scolate poi le foglie, sgocciolatele e fatele asciugare per bene. Alla fine tritatele finemente con un coltello.

Prendete un tegame, aggiungete una noce di burro, lasciandola sciogliere lentamente, aggiungete la lattuga tritata e fatela insaporire insaporire insieme ad un rametto di rosmarino.

A parte lessate le cervella, poi scolatele e spellatele con cura. Alla fine passatele nel tritacarne insieme alle carni di arrosto di maiale, di manzo e al prosciutto. Raccogliete tutto il macinato in una ciotola, rompeteci un uovo intero, aggiungete poi un po’ di sale ed una grattata di noce moscata. Mescolate il tutto accuratamente. Aggiungete poi la lattuga e continuate a mescolare. Lasciate insaporire il ripieno lasciando riposare per un po’ di tempo.

Nel frattempo preoccupiamoci della preparazione della pasta per fare gli agnolotti.

Versate la farina su di una spianatoia formando la classica fontana con l’incavo al centro. Aggiungete una presa di sale e poi rompete al centro le uova. Impastate il tutto , aggiungendo se necessario, un po’ di acqua. Impastate fino ad ottenere un impasto fine, omogeneo e consistente. Dividete l’impasto in due parti uguali e stendete così due sfoglie sottili con l’aiuto del mattarello.

Su una delle due sfoglie, distribuite delle pallette di impasto per il ripieno di dimensioni di circa una nocciola. Distribuitele ad una distanza regolare tra di loro di circa 6-8 cm, che rispecchierà poi la dimensione degli agnolotti che andrete poi ad intagliare. Ricoprite poi il tutto con la seconda sfoglia facendo combaciare per bene le due parti. Con le mani pressate la pasta tra i ripieni in modo da far aderire le due sfoglie. Ed infine , con una ruota dentata, tagliate gli agnolotti di forma rettangolare.

Riscaldate in una grossa pentola del brodo di carne e una volta raggiunta l’ebollizione, versateci all’interno gli agnolotti per la cottura. Una volta cotti, scolateli, e conditeli con del burro fuso insaporito da foglie di salvia. Infine aggiungete abbondante parmigiano reggiano grattugiato.

Dai il tuo voto