Cipollata Senese 5/5 (1)

La cipollata senese è un’antica preparazione della città toscana che si distingue da altre zuppe di cipolle per il fatto di essere rafforzata da carne di maiale. La cipolla insaporita con un po’ di salsiccia viene lasciata cuocere in un brodo di costine maiale, la cottura lenta ne aumenta la dolcezza e ne incrementa il sapore

5/5 (1) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/cipollata-senese/">Leggi il seguito

Castagnaccio

Il castagnaccio è una torta tipica delle zone dell’Appennino Settentrionale in particolare della Toscana. Questo piatto “povero”, oggi considerato quasi un dessert, era una volta l’unico pasto di sostegno per molte popolazioni rurali che vivevano sulle montagne, dove abbondanti erano le castagne. Scomparso nel secondo dopoguerra, questo piatto è stato riscoperto recentemente, e viene preparato nel periodo autunnale in occasioni di feste e sagre.

" href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/castagnaccio/">Leggi il seguito

Crostini con Lardo di Colonnata e miele 5/5 (1)

I crostini con lardo di Colonnata e miele sono un fine antipasto della tradizione toscana. I sapori dolci di quel lieve strato di miele accompagnato dalla croccantezza del pane unto e abbrustolito, ed il sapore del lardo lievemente sciolto sopra con il calore del pane, rendono questo crostino una vera leccornia.

5/5 (1) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/crostini-con-lardo-di-colonnata-e-miele/">Leggi il seguito

Pappardelle al ragù di cinta senese 5/5 (1)

Le pappardelle al ragù di cinta senese è un piatto tipico della Toscana del sud, dove questa razza pregiata di maiale viene allevata. La carne è molto saporita e oltre che essere utilizzata per la preparazione di affettati, si usa spesso anche in cucina, in modo simile alla selvaggina, grazie anche al suo sapore leggermente selvatico.

5/5 (1) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/pappardelle-al-ragu-di-cinta-senese/">Leggi il seguito

Schiacciata Fiorentina 5/5 (3)

La schiacciata fiorentina è un dolce tipico di Firenze, che si preparava durante il periodo di Carnevale. Le versioni più antiche ne arricchivano l’impasto anche con strutto e ciccioli di maiale, oggi sostituito dal burro, mentre sono rimaste la noce moscata e lo zafferano ad aromatizzare insieme all’arancia questo buonissimo dolce, che grazie alla lievitazione naturale, rimane anche molto leggere.

5/5 (3) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/schiacciata-fiorentina/">Leggi il seguito

Tortelli di patate mugellani 5/5 (3)

I tortelli di patate sono una specialità del Mugello, un’estesa valle a nord di Firenze. Ripieni di un cremoso ripieno di patate, questi grossi tortelli vengono spesso conditi con un ragù di carne. Il ripieno di patate viene insaporito con formaggio, aglio e prezzemolo, ma c’è anche chi lo arricchisce ulteriormente con un tocco più personale, come noce moscata, passata di pomodoro, ecc..

5/5 (3) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/tortelli-di-patate-mugellani/">Leggi il seguito

Carciofi Ritti 5/5 (4)

I carciofi ritti sono una ricetta tipica toscana, dove dei bellissimi carciofi vengono farciti con un impasto a base di macinato di manzo, insaporito da pancetta affumicata e parmigiano. Poi disposti “ritti”, cioè in piedi, nella casseruola, vengono cotti lentamente con un sugo di pomodoro.

5/5 (4) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/carciofi-ritti/">Leggi il seguito

Pici con Cavolo Nero e guanciale 5/5 (2)

I pici con cavolo nero e guanciale sono un piatto tipico toscano. Il cavolo nero è uno dei protagonisti della tradizione gastronomica toscana e va molto in accordo con la carne grassa e succulenta di maiale, come il guanciale. Entrambe i sapori fanno da condimento a questo primo piatto eccezionale.

5/5 (2) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/pici-con-cavolo-nero-e-guanciale/">Leggi il seguito

Cavolo Strascinato 5/5 (1)

Il cavolo strascinato era uno dei contorni che preparava mia nonna in Toscana, e probabilmente era l’unico modo per farmi mangiare il cavolo. In effetti, in questa maniera il cavolo prende un sapore gradevole che piace anche a quelli che non nutrono grandi simpatie per questo ortaggio.

5/5 (1) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/cavolo-strascinato/">Leggi il seguito