Biancomangiare alle mandorle 4/5 (1)

Biancomangiare alle mandorle

Biancomangiare alle mandorle

Tempo 100x100Durata: 1h + 12h riposo                           

 Difficoltà: media        

sicilia Origine: Sicilia      

Il biancomangiare alle mandorle è un dolce tipico siciliano. Questo dolce dalla forma simile ad un budino freddo ha un sapore dolce di mandorla, panna e cannella. Fresco, leggero e rinfrescante, il biancomangiare è una buona occasione per consumare un dessert freddo. Aromatizzato alla cannella viene spesso guarnito con pistacchi tritati o ulteriormente aromatizzato con menta e vaniglia.

Ingredienti

IngredientiQuantità
Mandorle spellate130g
Latte250ml
Zucchero100g
Colla di pesce8g
Essenza di fiori di arancio1 fialetta
Cannella in polvereq.b.
Panna fresca200ml

Procedimento

Prendete le mandorle spellate e tritatele in un mixer fino a ridurle in polvere. Versate la polvere di mandorle in un tegame abbastanza fondo. Aggiungete il latte, metà dello zucchero e scaldate il tutto per una decina di minuti. Lasciate raffreddare il composto e poi versatelo in contenitore per liquidi. Mettete in frigo e lasciate in infusione per circa 12 ore.

Trascorso il tempo, filtrate il composto attraverso un colino a maglie molto fini. Raccoglierete il liquido in una casseruola e poi aggiungete la colla di pesce, precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata. Infine aggiungete l’altra metà dello zucchero. Riscaldate la casseruola a fuoco lento senza mai portarlo a bollore. Quando il liquido sarà caldo, aggiungete l’essenza di fiori di arancio, un po’ di polvere di cannella. Spegnete e lasciate raffreddare.

A parte prendete la panna fresca e montatela a neve. Unite le due preparazioni e versate l’impasto in vari stampini monoporzione o in un unico stampo. Mettete in frigo e fate raffreddare il biancomangiare alle mandorle per almeno 6 ore in modo che si condensi per bene.

Servite il Biancomangiare alle mandorle su diversi piattini, rovesciando gli stampini su di essi. Guarnite a piacere con un po’ di pistacchio tritato oppure polvere di cannella. Anche qualche fogliolina di menta fresca può andare bene.

 

Dai il tuo voto