Brodetto alla Giuliese 5/5 (1)

Brodetto alla giuliese

Brodetto alla Giuliese

Durata 1 h 20 min

Difficoltà difficile

Origine Abruzzo

Il brodetto alla giuliese è la versione di Giulianova in provincia di Teramo, del brodetto, una preparazione tipica dei porti di mare dell’Adriatico in cui vengono utilizzati una gran varietà di pesci per ottenere una zuppa. Questi brodetti veniva originalmente preparati dai pescatori utilizzando il pesce rimasto invenduto. Oggi è un piatto raffinato degno dei migliori ristoranti di pesce della costa abruzzese.

 Vino da abbinare: Trebbiano d’Abruzzo DOC

Dove Mangiare: Osteria La Stracciavocc – Giulianova (Teramo)

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 coda di Rospo
  • 1 pezzo di pesce Sampietro
  • 1 o 2 Triglie
  • 1 o 2 tranci di palombo
  • 4 Scampi
  • 1-2 Ali di Razza
  • 1 o 2 Caponi
  • 2 Seppie
  • 4 Cicale di mare
  • 1 o 2 Granchi
  • 500 gr di Pomodori maturi
  • 1 Peperone verde
  • 2 Spicchi d’aglio
  • Prezzemolo
  • Peperoncino
  • 1 litro di Brodo di pesce
  • 8 fette di pane tostato
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Procedimento

Nota: il pesce da utilizzare in questa ricetta è un po’ libero e comprendo che trovare tutto questo pesce può essere difficile. Sostituite quindi il pesce che desiderate con altri simili (o non utilizzateli tutti). Cercate però di equilibrare tra pesci con polpa, pesci piccoli azzurri, e crostacei. Studiatevi una scelta personale a vostro buon gusto.

Prendete tutti i pesci e puliteli per bene sotto l’acqua corrente, eviscerandoli. Le seppie una volta pulite tagliatele a rondelle.

Lavate per bene i pomodori, poi sbollentateli dentro una pentola di acqua bollente per circa 5 minuti. Scolateli e una volta raffreddati, spellateli e togliete i semi all’interno. Sminuzzate la polpa rimanente e raccogliete la polpa di pomodoro in una ciotola. Lavate anche il peperone verde, apritelo, e togliete i semi all’interno. Suddividete il peperone in 4 parti, di cui ne utilizzeremo solo una.

A questo punto prendete una grossa padella (ottime quelle tipo paella), aggiungete un fondo d’olio extravergine di oliva. Poi mettete due spicchi d’aglio scamiciati, il quarto di peperone verde tagliato a pezzettini ed il peperoncino. Fate soffriggere il tutto per qualche minuto, poi aggiungete la polpa dei pomodori maturi. Aggiungete un po’ di sale e a questo punto cominciate ad aggiungere un pesce dopo l’altro. Disponete già i pesci in maniera adeguata dato che questi dovranno essere mossi il meno possibile. Dapprima iniziate con i pesci a spina, come il Palombo, la razza, Sampietro, i caponi, le triglie e la coda di rospo.

Aggiungete qualche mestolo di brodetto di pesce (se lo avete) altrimenti un po’ di acqua. Regolate di sale e lasciate cuocere tutto lentamente e a coperchio semichiuso, continuando la cottura un po’ in umido. La cottura varia a seconda del tipo di pesce e della loro disposizione. Poi dopo un po’, quasi alla fine, aggiungete i crostacei, cioè prima le cicale di mare, poi i granchi e gli scampi.

Durante la cottura cercate di muovere il pesce il meno possibile. Continuate a questo punto la cottura per altri cinque minuti. Poi spegnete e aggiungete una spolverata di foglie di prezzemolo tritate finemente. Disponete lungo i bordi delle fette di pane tostato

Dai il tuo voto