Cucina TipicaToscana

Cantucci di Prato (Cantuccini) 5/5 (6)

I cantucci di Prato, noti anche come Cantuccini, sono biscotti a base di pasta frolla arricchita con mandorle intere. La pasta viene modellata in forma di bastoncini e cotta due volte: prima in un grande blocco e poi tagliata a fette sottili, che vengono infine cotte di nuovo fino a quando diventano croccanti. Solitamente vengono serviti con del Vin Santo, un vino dolce da dessert, che si gusta inzuppando i biscotti nel vino stesso. Questa pratica permette ai cantuccini di ammorbidirsi leggermente e di assorbire i sapori del vino, creando un’accoppiata deliziosa. Le origini dei cantuccini di Prato risalgono al XIV secolo, quando erano già presenti nelle cucine dei monasteri toscani. Tuttavia, la versione moderna dei cantuccini ha le sue radici nel XVIII secolo, quando vennero popolarizzati tra la nobiltà e l’aristocrazia toscana. La città di Prato, situata vicino a Firenze, è considerata il luogo di nascita dei cantuccini. La loro produzione divenne un’attività importante per gli abitanti di Prato, che iniziarono a commercializzarli non solo localmente ma anche in altre città della Toscana e oltre. Uno degli elementi distintivi dei cantuccini di Prato è la doppia cottura, una tecnica che contribuisce a ottenere quella croccantezza tanto amata.

Cantucci di Prato (Cantuccini)

Durata 45 min

Difficoltà Facile

Origine Toscana

Vino in abbinamento: Vin Santo del Chianti Classico DOC

Ingredienti

Per 8 persone:

  • 300 gr di Farina
  • 100 gr di Mandorle non spellate
  • 3 Uova
  • 300 gr di Zucchero
  • Scorza d’arancia grattugiata
  • Semi di anice (o liquore di anice)
  • 1/2 bustina di lievito
  • Sale

Procedimento

Potete prepararli sia a mano che utilizzando una planetaria. Lavorandoli a mano, preparate una spianatoia su cui verserete la farina formando la classica fontana. Versate poi lo zucchero e al centro rompete tre uova, un pizzico di sale e mezza bustina di lievito.

Cantucci di Prato

Aggiungete poi la scorza grattata di un arancio ed un cucchiaino di semi d’anice o un cucchiaio di liquore di anice.

Cantucci di Prato

Cominciate ad impastare pian piano facendo dapprima incorporare le uova, e poi più vigorosamente in modo da ottenere un impasto omogeneo. Se l’impasto dovesse rivelarsi troppo asciutto aggiungete poco latte. Continuate ad impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Cantucci di Prato

A questo punto aggiungete le mandorle all’impasto continuando ad impastare.

Cantucci di Prato

Poi dividete l’impasto in più parti formando poi con ciascuna di esse dei filoncini di circa 3-4 cm di spessore. Procuratevi una teglia, imburratene il fondo, oppure disponeteci sopra della carta da forno, e disponeteci sopra i filoni di impasto.

Cantucci di Prato

Riscaldate il forno a 180°C e poi infornate. Lasciate cuocere l’impasto per 15 minuti e poi una volta cotti, sfornate i filoni e lasciateli raffreddare a temperatura ambiente (non riponete la teglia e non buttate la carta da forno).

Cantucci di Prato

Una volta raffreddati, tagliateli in fette oblique di 1 cm di spessore in modo da formare i famosi cantucci.

Cantucci di Prato

Riponete nuovamente i cantucci sulla teglia ricoperta dalla carta da forno e rimetteteli in forno per completare la cottura per altri 15 minuti, sempre a 180°C.

Cantucci di Prato

Sfornate i cantuccini e lasciateli raffreddare. Serviteli poi insieme ad un bel bicchiere di Vin Santo.

Cantucci di Prato

Cantucci di Prato

I cantucci di Prato, o Cantuccini, vengono serviti in Toscana alla chiusura di un pasto, spesso con del buon Vin Santo in cui inzupparli.
Preparazione 15 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 45 minuti
Portata Dessert
Cucina Italiana

Dai il tuo voto