Cavatelli allo scoglio 5/5 (1)

cavatelli allo scoglio

Cavatelli allo scoglio

Tempo 100x100Durata: 45 min                   
Difficoltà: media                  
 Origine: Puglia

I cavatelli allo scoglio sono un piatto tipico pugliese. I cavatelli sono un formato di pasta fatto in casa molto diffuso e apprezzato in Puglia, a volte chiamati anche capunti (in genere questi sono però più lunghi), adatti a piatti ricchissimi, si sposano bene con il pesce. Quindi li possiamo preparare con un sugo allo scoglio che ci permette di utilizzare molte varietà di pesce, alcune immancabili come le cozze e i gamberetti, altri per arricchire come cicale di mare, scampi, vongole e telline, per non dimenticare qualche calamaretto! L’importante è sempre preferire la qualità del pesce che la varietà: per questo tipo di piatto cercate sempre di prendere pesce fresco di stagione e non prodotti surgelati o peggio scongelati e poi lasciati lì sul banco di vendita ad ‘invecchiare’, meglio poche qualità ma buone.

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

IngredientiQuantità
Cavatelli350g
Scampi200g
Cozze200g
Vongole100g
Gamberetti100g
Peperoncino1
Prezzemolo1 mazzetto
Vino bianco1 bicchiere
Pomorodini freschi200g
Aglio1 spicchio
Sale1 cucchiaino

Preparazione

Per la preparazione dei cavatelli allo scoglio potete sostituire o aggiungere molte altre tipologie di pesce a vostro piacimento.

Spazzolate e lavate le cozze. Sciacquate le vongole lasciandole sotto acqua salata per circa un’ora e poi sciacquandole con acqua corrente.

Prendete una padella e aggiungete poco olio, poi unite le vongole e le cozze. Riscaldate la padella e fate aprire tutti i frutti di mare. Prendete tutti i frutti di mare che si sono aperti scartando quelli che non lo sono. Sgusciate le cozze e le vongole, lasciandole altre che userete come guarnizione.

Prendete un’altra padella e aggiungete un filo di olio extravergine di oliva, lo spicchio d’aglio intero schiacciato ed il peperoncino sminuzzato. Fate soffriggere l’aglio ed il peperoncino per 3-4 minuti per farlo leggermente dorare. Aggiungete i frutti di mare che avete appena sgusciato. Fate rosolare per un minuto e poi sfumate con il vino. Aggiungete i gamberetti e gli scampi e fate evaporare il vino. Quando il vino si sarà asciugato aggiungete i pomodorini tagliati a pezzi e regolate di sale.

Riempite una pentola di acqua e portate a bollore. Aggiungete una presa di sale e dopo un minuto versate i cavatelli. Lasciateli cuocere e poi scolateli (al dente mi raccomando). Una volta ben scolati, versate i cavateli nella padella con il pesce e fate saltare il tutto o mescolando per qualche minuto, in modo che la pasta si insaporisca con il sugo di pesce.

Servite i cavatelli allo scoglio guarnendo con le cozze e le vongole con il guscio e una manciata di prezzemolo fresco appena tritato.

Dai il tuo voto