Ciavattoni allo Scoglio

Ciavattoni allo scoglio

Ciavattoni allo Scoglio

Durata 2h e 20 min

Difficoltà Intermedia

Origine Marche

Ogni regione ha la sua versione di primo piatto di pesce misto, spesso riferito genericamente come “allo scoglio”. Anche la città di Ancona ha la sua versione, in cui si fa uso dei ciavattoni, dei grossi rigatoni lunghi e curvi, che riescono ad trattenere all’interno non solo il sugo, ma anche il pesce. Ecco così la ricetta dei ciavattoni allo scoglio.

Vino in abbinamento: Castelli di Jesi Verdicchio Riserva DOCG

Dove mangiare: Ristorante Giardino – Ancona

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr di Ciavattoni
  • 400 gr di Moscioli (cozze selvatiche)
  • 150 gr di Vongole
  • 4 Pannocchie o Scampi
  • 2 Granchi pelosi medi
  • 150 gr di Seppia
  • 1/2 cipolla
  • 300 gr di Pomodori maturi o pelati
  • 1 Peperoncino
  • un ciuffo di Prezzemolo
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Preparazione

Prima di cominciare, se non volete usare i pelati, ed utilizzare i pomodori maturi, portate ad ebollizione una pentola di acqua. Scottate i pomodori maturi e poi spellateli ed eliminate i semi all’interno. Con la stessa acqua bollente, sbollentate i granchi pelosi. Una volta cotti, tagliateli a pezzi, ed estraete la polpa dalle chele con uno schiaccianoci. Conservate un po’ di acqua di bollitura.

Prendete la seppia e sotto l’acqua corrente, lavatela accuratamente mentre la tagliate dividendo il sacco dai tentacoli, ed eliminando gli scarti. Il sacco della seppia, una volta ben svuotato e pulito, va tagliato a pezzi, mentre per quanto riguarda i tentacoli, sminuzzateli molto finemente.

Prendete una grossa padella o una casseruola ed aggiungete un fondo di olio extravergine di oliva. Poi aggiungete mezza cipolla tritata. Cominciate a far soffriggere la cipolla per farla imbiondire e poi aggiungete i pezzetti di seppia con il trito di tentacoli. Mescolate per bene con un mestolo di legno in modo da far rosolare la seppia con la cipolla.

Dopo circa 5 minuti, aggiungete i pomodori spellati e tagliati a pezzi. Regolate di sale ed abbassate la fiamma. Fate cuocere il sugo a fuoco lento, con il coperchio chiuso. Quando il sughetto è quasi pronto, aggiungete una mestolata dell’acqua di bollitura dei granchi, poi aggiungete le vongole, i moscioli e le pannocchie tagliate in due parti.

Nel frattempo fate bollire una pentola piena di acqua e aggiungete una presa di sale grosso. Versateci dentro i ciavattoni e lasciateli cuocere per il tempo necessario. A fine cottura, scolateli e versateli nella padella con il sugo allo scoglio. Aggiungete a questo punto anche i granchi pelosi che avevate sbollentato in precedenza. Fate saltare la pasta in padella, mescolando per bene in modo da distribuire per bene tutti gli ingredienti del sugo con la pasta. Aggiungete anche un po’ di foglioline di prezzemolo tritate.

Servite i ciavattoni allo scoglio ben caldi e fumanti.

Dai il tuo voto