Cjarsjons 5/5 (1)

cjarsjons

Cjarsjons

Durata 2 h 30  min
Difficoltà  Difficile
Origine Friuli Venezia Giulia

I cjarsjons sono una specialità tipica del Friuli e più precisamente della Carnia. Simili ad agnolotti o ravioli ripieni, hanno tantissimi nomi come cjalsons, cjarsons, ecc.. è un formato di pasta ripiena di un impasto a base di patate, ma la loro particolarità è la ricchezza degli altri ingredienti che spesso vengono aggiunti per arricchire il ripieno. Ogni casa ha una sua ricetta peculiare e spesso giocano su una vasta varietà di ingredienti comeuva passa, cacao in polvere, cannella, spinaci, bieta, erba cipollina, ricotta, rum, marmellata di frutta, grappa, prezzemolo, biscotti sbriciolati, uova e latte.  Quindi è praticamente impossibile descrivere una ricetta che possa accumunarne tutti. Ricordate che potrete giocare su questi ingredienti a vostro gusto per ottenere una ricetta di cjarsjons tutta vostra.

Abbinamento vinoVino in abbinamento: Lison Classico DOCG

locale Dove Mangiare: Ristorante Salon – Arta Terme (Udine)

Ingredienti

Per 4 persone:

Per la pasta:

  • 3 Uova
  • 300 gr di Farina
  • Sale

Per la farcia:

Ricordate che potete giocare anche con altri ingredienti come uvetta, mela, pera, frutta candita, scorza di limone, spinaci, ecc.

  • 2 Patate
  • ½ Cipolla
  • 100 gr di Bieta
  • 80 gr di Ricotta di Vacca
  • Cacao amaro in polvere
  • 3 Amaretti
  • Cannella in polvere
  • 1 Uovo
  • Erbe aromatiche (menta, prezzemolo, maggiorana, timo..)

Per il condimento:

  • Ricotta affumicata grattugiata q.b.
  • 1 noce di Burro

Preparazione

Per prima cosa occupiamoci della preparazione della pasta. Preparate una spianatoia, versateci la farina formando una fontana. Formate un incavo al centro, e sgusciateci le uova. Aggiungete un pizzico di sale. Poi cominciate ad impastare, dapprima delicatamente evitando di far fuoriuscire le uova dall’incavo. Quando le uova saranno ben incorporate nella farina, cominciate ad impastare via via più energicamente. Continuate ad impastare per circa 15 minuti. Questo tempo dovrebbe essere sufficiente per ottenere un impasto liscio e compatto, e sufficiente elastico.

Formate una palla di pasta e mettetela a riposare per circa mezz’ora. Questo tempo di riposo dovrebbe migliorare l’elasticità dell’impasto.

Nel frattempo cominciamo ad occuparci della farcia. Mettete le patate con tutta la buccia in una pentola, riempitela di acqua, aggiungete il sale e fate bollire. Lessate le patate finchè non si saranno ammorbidite. Poi scolatele e dopo averle sbucciate passatele in uno schiacciapatate. Raccogliete le patate passate in una padella.

In un altro pentolino di acqua bollente e salata, scottate la bieta per circa 5 minuti. Poi scolatela, strizzatela leggermente e trituratela finemente con un coltello o un passaverdura.

Prendete una padella, aggiungete una noce di burro, la mezza cipolla tritata. Poi prendete tutte le erbe aromatiche fresche o secche e dopo averle sminuzzate aggiungetele alla cipolla nella padella. Lasciate soffriggere per 3-4 minuti poi aggiungete il passato di patate. Mescolate di continuo il passato di patate nella padella facendo in modo che si assapori bene. Lasciate raffreddare.

Mettete il contenuto della padella in una ciotola, poi aggiungete la bieta triturata. Aggiungete la ricotta setacciata (io uso uno schiacciapatate forato). Poi aggiungete il cacao in polvere (non esagerate), la cannella in polvere e gli amaretti sbriciolati. Aggiungete un bel pizzico di sale e rompete un uovo. Qui potreste aggiungere altri ingredienti particolari. Mescolate l’impasto finchè tutti gli ingredienti non si saranno ben amalgamati tra di loro utilizzando un mestolo di legno.

Adesso il tempo di riposo della pasta dovrebbe essere passato (forse anche un po’ di più). Preparate la spianatoia, infarinatela e mettete la palla di pasta. Stendete una sfoglia molto sottile e ritagliate su di essa tanti cerchi (potete utilizzare una rotella dentata per tagliare la pasta) di circa 8 cm di diametro.

Prendete la ciotola con la farcia e versate al centro di ogni cerchio di pasta una porzione di farcia aiutandovi con un cucchiaio. La porzione dovrebbe essere come una noce. Richiudete i cerchi di pasta formando delle mezzelune, e premete su bordi in modo che le estremità dei Cjarsjons aderiscano a perfezione.

Prendete una pentola di acqua e fatela bollire. Ad ebollizione aggiungete del sale, poi versate i cjarsions. La cottura dovrebbe richiedere circa 5 minuti. Raccogliete i cjarsjons con un mestolo forato scolandoli per bene e poneteli in un vassoio o direttamente sui piatti da servire.

Prendete un pentolino, aggiungete una noce di burro e fatela sciogliere. Versate il burro fuso sopra i cjarsjons per condirli, poi date una bella grattata di ricotta affumicata.

Servite i Cjarsjons ben caldi.

Dai il tuo voto