Cous cous alla trapanese 3.67/5 (3)

cous cous alla trapanese

Cous cous alla trapanese

Durata 1h 20 min
Difficoltà Intermedia
Origine Sicilia

Il cous cous alla trapanese è il piatto principe della cucina tradizionale trapanese. Qui il cous cous ha la sua più forte identità e tutti i trapanesi ne vanno fortemente orgogliosi (e giustamente). Cotto nella pentola tradizionale chiamata cuscusiera, è una sorta di colapasta di terracotta da abbinare ad un altro utensile in grado di ospitarla chiamata mafaradda, anch’esso di terracotta verniciata. La ricetta scritta qui è un adattamento alla ricetta originale, cercando di poter rendere la sua preparazione più facile e accessibile a tutti.

cuscussiera
cuscussiera
mafaradda e cuscussiera
mafaradda e cuscussiera

Abbinamento - vinoVino in abbinamento: Marsala Grillo DOC

Ingredienti

Per 4 persone:

  • 250 gr di Cous cous
  • 1 Kg di Pesce da brodo (calamari, dentice, scorfano, ecc)
  • 200 gr di Pomodori maturi
  • 1 Carota
  • 1 costa di Sedano
  • 2 Cipolle
  • 50 gr di Mandorle
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie di Alloro
  • 1 Peperoncino
  • Zafferano
  • 1 mazzetto di Prezzemolo
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Procedimento

Prendete i pesci, lavateli per bene e rimuovete le parti non buone (testa e lische). Stessa cosa fate per i molluschi e crostacei. Non scartate le parti rimosse, anzi raccoglietele tutte all’interno di una pentola, in cui aggiungerete anche 1 costa di sedano, 1 carota ed una cipolla spaccata a metà. Aggiungete anche una foglia di alloro. Riempite il volume rimanente di acqua, aggiungete una presa di sale e cominciate a cuocere per ottenere così un’ottimo brodo di pesce.

Prendete un pentolino e riempitelo di acqua. Portate ad ebollizione e scottate i pomodori maturi. Una volta scottati, scolateli e rimuovete la buccia ed i semi all’interno. Prendete la polpa di pomodoro rimasta e tagliatela a pezzi.

Per quanto riguarda il pesce ripulito, versatelo in una pentola in cui avrete precedentemente aggiunto un buon filo extravergine di oliva, la cipolla tritata finemente, insieme allo spicchio d’aglio, il peperoncino ed una foglia di alloro. Fate soffriggere per un paio di minuti e poi versateci tutto il pesce facendolo rosolare per bene nel soffritto. Infine aggiungete la polpa di pomodoro che prima avevate preparato. Continuate la cottura per un po di minuti. Poi aggiungete un po’ di brodo di pesce, e le mandorle tritate. Regolate di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco lento il sugo di pesce.

Prendete un’altra pentola e aggiungete 250 ml di brodo di pesce. Poi aggiungete l’equivalente di mezzo bicchiere d’olio (circa 5 cucchiai) ed un pizzico di sale e portate il tutto ad ebollizione. Togliete dal fuoco ed aggiungete il cous cous, mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno in modo che esso assorbi tutto il brodo. Stemperate lo zarrerano nel brodo ed aggiungetelo al cous cous. Piano piano vedrete il cous cous crescere di volume. Se risultasse ancora troppo secco aggiungete ancora un po’ di brodo. Comunque il cous cous alla fine deve risultare asciutto e i granellini ben distinti tra di loro (non è un zuppa 😉 ).

Disporre i piatti o il vassoio da portata con il cous cous e poi ricoprirlo con il sugo di pesce. Aggiungete una spolverata di prezzemolo tritato ed un po’ di pepe grattato e servite.

Il cous cous alla trapanese deve essere servito ben caldo.

Dai il tuo voto