Crostini con Guanciale e Salvia (Barbazza e Salvia) 5/5 (3)

Crostini guanciale e salvia

Crostini con Guanciale e Salvia (Barbazza e Salvia)

Durata   10 min

Difficoltà  Facile

Origine Umbria

I crostini con guanciale e salvia, o barbazza e salvia, sono un antipasto appetitoso della tradizione umbra. La barbazza è il nome del guanciale in umbra e cucinato con la salvia è una vera e propria leccornia. Succulenta e saporita è ottima da gustare sopra una bella fetta di pane tostata.

Vino in abbinamento: Torgiano Rosso DOC

Dove mangiare: Antica Osteria Friozzu – Terni

Ingredienti

  • 4 fette di Pane
  • 200 gr di Guanciale
  • 8 foglie di Salvia
  • Aceto di vino bianco
  • Sale

Procedimento

Tagliate 4 belle fette di pane e mettetele a tostare in un forno, o sulla brace.

Tagliate il guanciale a fette molto sottili (tipo quelle di prosciutto). Poi mettetele in una padella antiaderente e cominciate a farle rosolare. Non c’è bisogno di aggiungere olio, perchè il grasso del guanciale comincerà a sciogliersi e farà da olio di cottura.

Quando le fettine di guanciale cominceranno a rosolare per bene, ed il grasso si sarà ben sciolto, aggiungete le foglie di salvia fresche, facendole soffriggere anch’esse.

Quando vedrete la parte rossa del guanciale ben rosolata, sfumate la cottura aggiungendo un po’ di aceto di vino bianco. Continuate la cottura, mescolando le fette di guanciale lasciandole possibilmente arricciarsi. Fate evaporare tutto l’aceto e poi spegnete.

Disponete sui piatti o su un vassoio le fette di pane ben tostate e poi versateci sopra la barbazza ben rosolata. Irrorate con il sugo di cottura nella padella in modo da far ammorbidire ed insaporire anche il pane.

I crostini con guanciale e salvia, o barbazza e salvia, devono essere gustati possibilmente caldi e appena preparati, in modo da gustare quando il guanciale è ancora ben succulento e croccante.

Dai il tuo voto