Culurgiones 4.8/5 (5)

culurgiones

Culurgiones

Durata 1 h
Difficoltà Difficile
Origine Sardegna

I Culurgiones sono un tipo di pasta fresca imbottita tipica della Sardegna. Originari dell’Ogliastra, si sono via via diffusi in tutta la regione, divenendo una delle ricette sarde più amate da tutti. I culurgiones sono simili a dei grossi ravioli ripieni di patate e menta, il tutto accompagnato da abbondante pecorino (comunque gli ingrendienti possono variare di zona in zona), ma la particolarità più evidente che li contraddistingue di più è la sa spighitta, la tipica chiusura che vuole rappresentare il grano. Infatti i culurjones originariamente erano preparati come dono, una sorta di amuleto, che in segno di stima veniva donato. Il grano rappresentato in esso non era altro che un segno propiziatorio di abbondanza.

locale Dove Mangiare: La Cullera (Alghero)

Ingredienti

Per 4 persone:

Per la pasta:

  • 130 gr di Farina 00
  • 250 gr di Semola di Grano duro
  • 160 ml di Acqua
  • Olio extravergine  di Oliva
  • Sale

Per la farcitura ed il sugo:

  • 300 gr di Patate
  • 14 gr di Menta selvatica
  • 300 gr di Pecorino sardo (miscela fresco e secco)
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Procedimento

Per prima cosa cominciamo a preparare il ripieno dei culurjones.

Prendete le patate e dopo averle lavate, lessatele con tutta la buccia in una pentola con abbondante acqua. Una volta cotte,  prendete uno schiacciapatate e cominciate a passare le patate una dopo l’altra, raccogliendo la pasta di patata in un recipiente. Lasciate raffreddare la pasta di patate.

Tritate finemente uno spicchio d’aglio insieme alla menta e aggiungetelo alle patate. Aggiungete poi il pecorino sardo grattugiato, insieme ad un pizzico di sale e pepe. Mescolate per bene tutto finchè tutti gli ingredienti non si saranno ben amalgamati.

Nel frattempo si passa alla preparazione della pasta.

Su di una spianatoia, versate la farina e la semola. Versate al centro il cucchiaio di olio di oliva e l’acqua e cominciare ad impastare. Quando avrete ottenuto un panetto liscio ed omogeneo, copritelo con un foglio di pellicola trasparente e lasciate riposare l’impasto per circa mezz’ora.

Una volta trascorso il tempo, tirate la pasta in modo da ottenere una sfoglia di pochi mm di spessore. Tagliate con una tagliapasta cerchi  di circa 6-7 cm di diametro e poi versate al centro una porzione di impasto (circa una noce). Cominciate a chiudere i cerchi di pasta in modo da formare i culurjones, chiudendola in modo da formare la classica chiusura a spiga.

Culurjones ricetta
Sa spighitta

Per il sugo di accompagnamento, generalmente molto semplice, prendete un tegamino e aggiungete un filo d’olio e uno spicchio di aglio. Lasciate soffriggere leggermente e poi rimuovete lo spicchio d’aglio. Aggiungete la passata di pomodoro e il basilico, poi regolate di sale e lasciate sobbollire il sugo per circa 15 minuti a fuoco lento.

Una volta che i culurjones sono pronti, cuoceteli in abbondante acqua salata bollente per circa 5 o sei minuti. Condite i culurjones con il sugo di pomodoro coprendoli parzialmente, lasciando possibilmente come parte scoperta la “sa spighitta”. Infine spolverare con abbondante pecorino. Guarnire con foglie di menta.

 

 

Dai il tuo voto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.