Erbazzone 5/5 (3)

erbazzone emiliano

Erbazzone

Durata 40 min + 2h riposo

Difficoltà Intermedia

Origine Emilia Romagna

L’erbazzone è una torta salata tipica del reggiano. Ripiena di spinaci o bieta insaporiti da pancetta e parmigiano, le sue origini risalgono ad anni fa, quando la società era prettamente contadina. Nella vita rurale la gente lavorava nei campi per l’intera giornata, e aveva bisogno quindi di un piatto nutriente che fosse facilmente trasportabile, che si potesse conservare durante il giorno e che non richiedesse l’uso di piatti o posate.

Vino in abbinamento: Lambrusco Salamino di Santa Croce DOC

Ingredienti

Dosi per il ripieno:

  • 1 Kg di Spinaci e/o Bietole
  • 3 Cipollotti freschi
  • 40 gr di Pancetta o Grasso di prosciutto
  • Prezzemolo (opzionale)
  • 1 noce di Burro
  • 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Per l’impasto dell’erbazzone potete utilizzare anche pasta brisè o sfoglia già pronta.

Dosi per la pasta:

  • 200 gr di Farina
  • 40 gr Strutto
  • Acqua q.b.
  • Sale

Preparazione

In una pentola di acqua bollente salata, sbollentate gli spinaci o la bieta giusto il tempo necessario per cuocerla leggermente senza fargli perdere il bel colore verde, scolatela e strizzatela leggermente per fargli perdere gran parte del liquido interno. Poi lasciateli raffreddare lentamente (scolando) in un colapasta.

Prendete un tegame aggiungete due cucchiai di olio extravergine di oliva ed una noce di burro, insieme al grasso di prosciutto o la pancetta. Lasciate sciogliere il burro insieme al grasso e poi aggiungete i cipollotti freschi tritati (includendo i gambi verdi). Quando i cipollotti risulteranno imbionditi, unite gli spinaci o la bieta lessata e strizzata. Continuate a far cuocere il tutto, mescolando per bene facendo in modo che si insaporiscano per bene. Aggiungete sale ed una grattata di pepe nero. Dopo circa 5 minuti, spegnete e lasciate raffreddare.

Tagliate o tritate il contenuto di spinaci o bieta, magari utilizzando un mixer o un frullatore, poi all’impasto verde ottenuto, aggiungete i cucchiai di Parmigiano Reggiano e (se volete) del prezzemolo tritato. Impastate per bene il tutto, fino ad avere un bell’impasto omogeneo per la farcitura.

Se volete preparare da soli la pasta per l’erbazzone invece di utilizzare della pasta brisè già pronta o della pasta sfoglia, allora versate la farina in un contenitore, fate la classica fontana, aggiungeteci del sale, ed una grossa noce di strutto nel centro e cominciate ad impastare aggiungendo gradualmente un po’ di acqua tiepida. Mescolate ed impastate fino ad ottenere un bell’impasto liscio ed omogeneo. Una volta raggiunta la giusta consistenza, lasciate riposare l’impasto per circa 30 minuti.

Poi riprendetelo e suddividetelo in due parti. Tirate con entrambe le parti due sfoglie, una più sottile dell’altra. Prendete una teglia rettangolare o tonda (a vostro gradimento) e dopo aver imburrato il fondo, adagiateci la sfoglia più spessa di impasto. La dimensione della sfoglia deve essere tale da ricoprire non solo il fondo ma da uscire dai bordi della teglia.

Versate a questo punto la farcitura di spinaci o bieta sopra il primo strato di sfoglia. Ricoprite per bene uniformemente tutto il volume della teglia e poi pareggiate la superficie. Adesso adagiateci sopra lo strato di sfoglia più sottile. Questa deve corrispondere precisamente al diametro della teglia. Poi richiudete i bordi di sfoglia sottostante che fuoriescono dai lati sopra lo strato sottile in superficie.

Bucherellate accuratamente la superficie con la punta di una forchetta e poi infornate in un forno preriscaldato a 200°C. Lasciate cuocere per circa 20 minuti, poi con un po’ di olio o del burro spennellate la superficie dell’erbazzone per dagli una bella colorazione dorata. Rimettete in forno e lasciate cuocere per pochi minuti. Spegnete e sfortnate.

Lasciate raffreddare l’erbazzone e poi servite.

Dai il tuo voto