Fileja con tonno e cipolle di Tropea 5/5 (3)

Fileja con tonno e cipolle di Tropea

Fileja con tonno e cipolle di Tropea

Durata 1h 30 min
Difficoltà  Intermedia
Origine Calabria

I fileja con tonno e cipolle di Tropea sono una ricetta tipica di Tropea in Calabria. I fileja sono un formato di pasta tradizionale della zona che viene preparato da generazioni. Particolarità di questa pasta è nella modalità con cui vengono preparati, si fa aderire la pasta attorno ad un bastoncino di legno secco (dinacu o filejo) di pochi millimetri di spessore, 3-4 al massimo, prodotto da una pianta selvatica molto diffusa nell’area, chiamata Gutumara ossia Sparto, intorno al quale si avvolge la pasta per farle assumere la caratteristica forma arrotolata, tramite la filatura. Dalla filatura deriva il loro nome. Anche questo formato di pasta come tutte le altre di origine calabrese si sposano bene con i prodotti tipici del luogo come il tonno fresco appena pescato e le buonissime cipolle di Tropea.

Abbinamento vinoVino in abbinamento: Cirò Rosso Superiore DOC

Ingredienti

Per 4 persone

Per la preparazione della fileja:

  • 400 gr di Farina di Grano duro
  • 200 ml di Acqua
  • Sale

+ 1 bastoncino di legno secco (3-4 mm di spessore)

Per il sugo di cipolle e tonno:

  • 2 Cipolle di Tropea
  • 400 gr di Passata di Pomodoro
  • 1 Peperoncino
  • 1 fetta di Tonno fresco
  • 1 mazzetto di Prezzemolo
  • Origano
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Preparazione

Preparazione dei fileja

Preparate una spianatoia su cui verserete la farina formando la fontana. Formate un incavo al centro e versatevi l’acqua al centro ed un pizzico di sale. Cominciate a mescolare con le mani dapprima delicatamente per non far fuoriuscire l’acqua e poi quando questa si sarà del tutto incorporata potrete cominciare a impastare più vigorosamente. Impastate fino ad ottenere un impasto compatto ed elastico.

Una volta ottenuta la giusta consistenza formate un panetto e avvolgetelo nella pellicola trasparente. Lasciatelo riposare per circa mezz’ora. Questa attesa è necessaria affinchè il glutine che si è sviluppato impastando abbia il tempo di rilassarsi rendendo più semplice poi la filatura della pasta.

Una volta trascorso il tempo formate dei bastoncini di pasta di circa mezzo centimetro di diametro e 10 cm di lunghezza. Una volta ottenuti arrotolateli uno dopo l’altro attorno al dinacu, poi sfilate la pasta formando così i fileja. Una volta pronti lasciateli asciugare leggermente in un vassoio con un po’ di semola di grano duro (in modo che non si attacchino tra di loro).

Preparazione del sugo di tonno e cipolle di Tropea

Prendete le cipolle, sbucciatele e tagliatele a piccole fettine. Prendete anche la fetta di tonno e dopo aver rimosso la pelle, tagliatela in tanti dadini. Prendete una padella e dopo aver aggiunto un buon filo d’olio extravergine di oliva, aggiungete la cipolla tagliata a fettine e fateci rosolare i dadini di tonno fresco. Non esagerate con la cottura. Togliete il tonno rosolato dalla padella (mettetelo da parte) e aggiungete la passata di pomodoro, un pizzico di sale e un po’ di origano. Continuate la cottura del sugo per circa 20 minuti a fuoco moderato. Poi alla fine spegnete e rimettete nel sugo i dadini di tonno precedentemente rosolati.

A parte, prendete una pentola di acqua e portatela a bollore. Quando l’acqua bollirà, aggiungete una presa di sale grosso e poi versate i fileja all’interno. Lasciate cuocere la pasta per il tempo necessario per una cottura al dente. Una volta cotta la pasta scolatela e poi versatela nella padella con il sugo di tonno e cipolle. Fate saltare la pasta in padella per 3-4 minuti facendola ben insaporire.

Fate le porzioni e ad ognuna di esse aggiungete una grattata di ricotta affumicata e guarnite con un po’ di prezzemolo triturato finemente.

Dai il tuo voto