AntipastoCucina TipicaPiemonte

Giardiniera Piemontese

verdure in agrodolce

Giardiniera piemontese

Durata: 40 min              

Difficoltà: facile            

Origine: Piemonte

Il Piemonte vanta la sua versione di giardiniera. La giardiniera piemontese viene servita spesso all’apertura di un pasto. Le verdure di stagione vengono cotte in agrodolce e servite in piccole porzioni, praticamente è la versione fresca di una giardiniera sottaceto. Il gusto acre ma dolce rimane gradevole e stuzzica l’appetito aprendo lo stomaco per le portate a venire. Ottimo come antipasto, vivace e colorato.

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 Cipollotti freschi
  • 3 Pomodori maturi
  • 2 Melanzane
  • 3 Zucchine
  • 2 Peperoni
  • 2 Carote
  • 1 Patata
  • 2 spicchi di Aglio
  • 1 cucchiaio di Zucchero
  • 3 cucchiai di Aceto di vino
  • 1/2 bicchiere di Vino bianco
  • 1 noce di Burro
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

Procedimento

Lavate, mondate tutte le verdure, eliminate le parti non buone e poi tagliatele tutte a piccoli dadini. I pomodori dovranno essere freschi, se pieni di semi, rimuovete l’interno.

Prendete un tegame di coccio, metteteci una grossa noce di burro e un filo di olio extravergine di oliva. Tagliate i cipollotti e lo spicchio d’aglio e ponete tutto a soffriggere per un paio di minuti, poi aggiungete tutte le altre verdure a dadini e cominciate a rosolare. Fate rosolare per bene tutte le verdure in modo che si imbiondiscano per bene (circa 5-6 minuti). In questo tempo aggiungete un cucchiaio di zucchero e fate caramellizzare leggermente le verdure rosolate a fuoco vivo. Smorzate con mezzo bicchiere di vino bianco. Fate evaporare il vino.

Una volta che il vino è evaporato, aggiungete i 3 cucchiai di aceto con un po’ di acqua. Lasciate cuocere per circa 20 minuti le verdure a fuoco basso.

Una volta cotta lasciate raffreddare e riposare.

Generalmente la giardiniera piemontese viene servita fredda per esaltare ancora di più il suo sapore agrodolce.

Dai il tuo voto