Jota triestina 4.5/5 (2)

Jota triestina

Jota

Durata 1h 30 min ( + 12 h riposo)
Difficoltà  Intermedia
Origine Friuli Venezia Giulia

La Jota è una ricetta tipica di Trieste, e più precisamente consiste in una zuppa di crauti e fagioli, molto amata ed apprezzata dai triestini. Ricetta di origine popolare, veniva a volte arricchita da alcune parti del maiale, spesso avanzi. Esiste anche una versione in cui invece dei crauti si utilizza la brovada (le rape macerate).

Abbinamento vinoVino in abbinamento: Carso Pinot Grigio DOC

locale Dove Mangiare: Al Petes – Trieste

Ingredienti

Per 4 persone:

  • 200 gr di Crauti acidi
  • 200 gr di Fagioli borlotti secchi
  • 100 gr di Cotenna di Maiale
  • 1 Cipolla
  • 100 gr di Pancetta affumicata
  • 2 foglie di Alloro
  • 60 gr di Lardo
  • 2 foglie di Salvia
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di Farina
  • 1 cucchiaio di Farina di mais
  • 1 noce di Burro
  • Sale

Preparazione

La sera precedente la preparazione della ricetta della Jota, versate in una ciotola i fagioli borlotti. Riempite la ciotola con acqua e lasciateli ammollo per un’intera nottata. Se state facendo questa operazione di mattina, allora fino alla sera (circa 12 ore).

Il mattino seguente scolate i fagioli, sgocciolateli per bene e poneteli ad asciugare su di un canovaccio.

Prendete una casseruola e riempitela con i fagioli. Aggiungete la cotenna tagliata a pezzi, la cipolla tagliata in quattro, due foglie di alloro ed uno spicchio d’aglio schiacciato.  Completate con un pizzico di sale. Riempite il volume rimanente con acqua e cuocete il tutto a fuoco medio per circa un’ora. Tenete il coperchio durante la cottura.

Partita la cottura dei fagioli, prendete un piccolo tegame e aggiungete una noce di burro, lasciate sciogliere e poi unite un cucchiaio di farina. Mescolando di continuo fate tostare la farina nel burro. Una volta che il colore sarà cambiato, aggiungete il burro sciolto al tegame con i fagioli.

Prendete poi il lardo, tagliatelo a striscioline e poi mettetelo in una padella insieme alle foglie di salvia. Stessa cosa che avete fatto con il burro, fate sciogliere il lardo e poi aggiungete un cucchiaio di farina di mais e fate tostare anch’essa insieme alla salvia. Una volta tostata aggiungete il tutto al tegame di fagioli che nel frattempo continua la cottura.

Nella stessa padella di prima, ormai libera, aggiungete la pancetta tagliata a cubetti. Fatela rosolare per 3-4 minuti e poi aggiungete i crauti acidi. Fate insaporire i crauti assieme alla pancetta continuando la cottura in padella per una decina di minuti. Infine aggiungete anch’essi alla zuppa di fagioli.

Controllate la cottura dei fagioli e il livello di brodo. Se troppo acquosa, lasciate asciugare un po’ il brodo aumentando il fuoco di cottura e togliendo il coperchio. Se i fagioli risultano perfettamente cotti e la zuppa è asciutta al punto giusto spegnete il fuoco ed interrompete la  cottura.

La Jota va servita ben calda, magari accompagnata da qualche cubetto o fetta di pane tostato.

Dai il tuo voto