Kaiserschmarrn 5/5 (2)

kaiserschmarrn o kaiserschmarren

Kaiserschmarrn

Durata 25 min
Difficoltà Facile
Origine Trentino-Alto Adige

I kaiserschmarrn, o kaiserschmarren, sono un dolce molto diffuso nel Tirolo, ormai entrato a far parte della tradizione della cucina altoadesina, ma di origini austriache. Questo dessert è in realtà sempre stato un dolce ed una delizia per le popolazioni povere. Di antichissime origini, alcune documenti già lo descrivono nel lontano 1500, è fatto di latte, uova, farina e strutto ed ha una consistenza morbida e spezzettata. Il suo nome originale era infatti Schmarren, parola tedesca che richiama qualcosa di morbido da spalmare (come lo strutto). Poi fu scoperto dalla classe borghese come dessert fino a diventare un piatto legato per tradizione all’imperatore Francesco Giuseppe I, da qui il passaggio a Kaiserschmarren. Questo dolce viene spesso accompagnato da marmellate di mirtilli rossi e neri che con la leggera acidità ne rendono il sapore più equilibrato.

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 cucchiai di Farina
  • 3 Uova
  • 1 cucchiaio di Zucchero
  • 1 bustina di Vanillina
  • ½ bicchiere di Latte
  • Rum
  • Uva sultanina
  • Zucchero a velo
  • Burro
  • Sale

Procedimento

Prendete una ciotola e rompeteci all’interno 3 uova. Aggiungete un cucchiaio di zucchero e sbattete con un frustino finchè non si sarà ben sciolto nell’uovo e avrete ottenuto un composto schiumoso. Versate mezzo bicchiere di latte, una bustina di vanillina, un goccetto di rum ed un pizzico di sale. Continuate a sbattere il composto con un frustino finché tutti gli ingredienti non si saranno amalgamati poi alla fine integrate gradualmente la farina setacciata, in modo da non formare grumi.

Prendete una padella e aggiungete una noce di burro. Fate sciogliere il burro, poi aggiungete l’uva sultanina ammorbidita precedentemente in acqua tiepida, ed infine il composto. Tenete la cottura a fuoco basso, in modo che il Kaiserschmarren si solidifichi lentamente. Quando la parte sottostante sarà abbastanza solidificata, rigiratelo in modo da far indurire anche la parte di sopra. Se si romperà durante la cottura, non vi preoccupate, tanto va servito rotto ;).

Una volta raggiunta la giusta consistenza, rompete il Kaiserschmarrn a grossi pezzi e aggiungete ulteriore zucchero per aiutare un po’ la carammellazione. Fate cuocere per un po’ a coperchio chiuso. Poi cospargete il Kaiserschmarrn con lo zucchero a velo e servite.

Il Kaiserschmann si può consumare sia caldo che a temperatura ambiente dopo averlo lasciato raffreddare. Accompagnate ogni porzione con delle vaschettine piene di marmellata di mirtilli neri e mirtilli rossi.

Dai il tuo voto