Lampascioni fritti 4.75/5 (4)

Lampascioni fritti

Lampascioni fritti

Durata 45 min
Difficoltà Facile
Origine Puglia

I lampascioni fritti sono un piatto tipico della Puglia. I lampascioni sono da sempre stati coltivati ed utilizzati nella tradizione pugliese. Buoni anche da soli, fritti vengono proposti anche come antipasto. Il loro leggero sapore amarognolo non farà altro che stimolare l’appetito per le portate a venire. Esistono due versioni, quella classica che fa uso di pastella e quella moderna, senza pastella, molto più spettacolare che si basa sull’incisione del lampascione in modo che durante la frittura si apri a fiore. Vediamo insieme la seconda.

locale Dove Mangiare: Cara Mamma – Palo del Colle (Bari)

Ingredienti

  • 500 gr di Lampascioni
  • 1 Limone
  • Olio per friggere
  • Sale

Preparazione

Prendete i lampascioni e dopo averli ben puliti, lasciateli in ammollo in una ciotola piena di acqua per circa 2 giorni. Cambiate l’acqua ogni 12 ore. Questa operazione è necessaria per far perdere ai lampascioni il sapore troppo amarognolo.

Poi trascorso il tempo, scolateli ed asciugateli per bene. Poi incidete la parte superiore a croce.

Prendete una pentola adatta alla frittura e riempitela di olio per friggere. Portate l’olio ad alta temperatura e poi versate i lampascioni. Non appena i lampascioni appariranno dorati e avranno assunto la forma di un fiore aperto, toglieteli dall’olio di frittura con un mestolo forato. Sgocciolateli per bene e poi lasciateli asciugare su carta assorbente in modo da togliere l’unto in eccesso.

Salate i lampascioni fritti e poi serviteli immediatamente. Potente guarnire o con dell’aceto balsamico o con del vino cotto aromatizzato.
pepe e qualche goccia di limone.

P

Dai il tuo voto