Fini fini al pomodoro 5/5 (2)

Fini fini al pomodoro

Fini fini al pomodoro

Durata 2 h 30 min
Difficoltà  Intermedia
Origine Lazio

fini fini al pomodoro sono una ricetta tipica della Ciociaria. I fini fini sono un particolare formato di pasta che come dice il nome, sono dei spaghettini (o chitarrine) molto sottili.

Abbinamento vinoVino in abbinamento: Cesanese di Olevano Romano DOC

Ingredienti

Per 4 persone

Per la preparazione dei fini fini:

  • 400 gr di Farina
  • 4 uova
  • Sale

Per la preparazione del sugo:

  • 400 gr di Pomodori maturi
  • 1 cipolla
  • 1 peperoncino
  • Pecorino grattugiato
  • 4 foglie di basilico
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Procedimento

Per prima cosa occupiamoci della preparazione della pasta fresca.

Preparate una spianatoia e versateci la farina formando la classica fontana. Aggiungete le uova al centro ed un pizzico di sale e cominciate ad impastare. Lavorate la pasta con movimenti regolari, premendo con vigore con il palmo delle mani per ottenere un’impasto liscio, sodo ed elastico. Impastate per circa 15 poi formate una palla con l’impasto. Rivestitelo con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare per circa 1 ora.

Trascorso il tempo, togliete la pellicola trasparente, rimettete l’impasto sulla spianatoia e tirate giù una sfoglia molto sottile (circa 1 mm). Una volta ottenuta cospargete la superficie con un po’ di farina di semola per non farla attaccare e poi arrotolatela su se stessa. Una volta che avete ottenuto un rotolo, tagliate tante fettine sottilissime (con un coltello ben affilato, altrimenti la pasta si schiaccia) di circa 1 mm di spessore. Se non avete pazienza (;) ) e i risultati non vi soddisfano utilizzate la macchinetta per la pasta e utilizzate lo spessore più piccolo della rotella per chitarrine, fettucine, ecc.

Una volta tagliate le fettine srotolatele immediatamente e lasciatele asciugare in un vassoio per almeno 1 ora.

Prendete una pentola e riempitela di acqua, portate a bollore. Versateci all’interno i pomodori maturi facendoli scottare per circa 5-7 minuti. Poi scolateli e lasciateli raffreddare. Eliminate la buccia e la parte con i semi. Se avete un passa verdura utilizzatelo, altrimenti spezzettate con un coltello la polpa di pomodoro.

Prendete poi una padella e aggiungete un filo d’olio extravergine di oliva, il peperoncino (privato dei semi) e la cipolla tagliata finemente. Lasciate soffriggere la cipolla per 4-5 minuti e aggiungete quindi la polpa di pomodoro. Unite un pizzico di sale e qualche foglia di basilico. Fate rosolare la polpa di pomodoro bene a fuoco vivo per 3-4 minuti, non appena cominceranno ad ammorbidirsi, abbassate il fuoco e continuate la cottura per circa 30 minuti.

Nel frattempo riempite una pentola di acqua e portatela a bollore. Non appena giunta ad ebollizione, aggiungete una presa di sale grosso e dopo un minuto versateci i fini. Il tempo di cottura è molto breve, dovuto proprio al sottile spessore di questa pasta, comunque controllate il grado di cottura degli spaghetti. E’ importantissima una cottura al dente.

Una volta cotti i fini fini, scolateli e versateli direttamente nella padella con il sugo di pomodoro e fateli saltare con il sugo per una paio di minuti a fuoco vivo. In questo modo i fini fini si insaporiranno ulteriormente. Aggiungete un’abbondante spolverata di pecorino grattugiato e guarnite infine con qualche foglia di basilico fresco

 

Dai il tuo voto