Gnocchi alla romana 3.5/5 (2)

Gnocchi alla romana

Gnocchi alla romana

Durata 1 h
Difficoltà  Intermedia
Origine Lazio

Gli gnocchi alla romana sono una ricetta tipica di Roma. A differenza degli altri gnocchi, fatti di patate, i gnocchi alla romana sono composti da semolino e hanno una forma ‘a fetta’. Questi gnocchi a Roma vengono preparati al gratin immersi da una buonissima besciamella aromatizzata spesso da foglie di salvia. Sulle origini di questo piatto vi sono alcune controversie, dovute soprattutto al largo uso di burro, ingrediente che a Roma è sempre stato poco familiare. Quindi si presumono origini nordiche di questo piatto, comunque Artusi già alla fine del 1800 affermava che questi gnocchi erano uno dei pilastri della cucina popolare romana e quindi, molto probabilmente il burro fa parte di una modifica di una ricetta più antica. Forse l’introduzione del burro è nata da una ‘internazionalizzazione’ della ricetta dato che l’unità d’Italia era stata recente e il Burro all’epoca era un ingrediente più borghese e piemontese, rispetto ad un probabile cacio locale. Oggi comunque ne esistono versioni anche al sugo di pomodoro.

Abbinamento vinoVino in abbinamento: Marino Classico DOC

locale Dove Mangiare: Da Gildo – Roma

Ingredienti

Per 4 persone:

  • 250 gr di semolino
  • 1 litro di Latte
  • 2 tuorli d’uovo
  • 1 noce di Burro
  • 4 cucchiai di Grana Padano grattugiato
  • Sale

Per la besciamella:

  • 100 ml di Latte
  • 10 gr di Farina
  • 10 gr di Burro
  • Noce moscata
  • 2 foglie di Salvia
  • Pepe
  • Sale

Procedimento

Prendete una pentola e versateci dentro il litro di latte. Portate il latte a bollore e aggiungete un pizzico di sale e la noce di burro. Una volta sciolto il burro cominciate a versarvi all’interno il semolino a pioggia (non tutto insieme) e nel frattempo mescolando con un mestolo di legno, in modo che non si formano grumi.

Lasciate cuocere la polenta di semolino per circa 15 minuti, continuando a mescolare, poi togliete dal fuoco e incorporate all’impasto i due tuorli d’uovo, leggermente sbattuti in precedenza.

Poi sempre mescolando, incorporate 4 cucchiai di grana padano. Amalgamate bene gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Prendete una teglia inumidita e versateci dentro l’impasto di semolino, formando uno strato di circa 1 centimetro.  Fate raffreddare l’impasto di semolino e poi con un coppapasta o un bicchere, tagliate tanti cerchi di circa 4-5 centimetri di diametro. Avrete cosi tanti gnocchi cilindrici a forma di dischetto.

Pensiamo adesso alla preparazione della besciamella.

Prendete un pentolino e aggiungeteci il burro. Fatelo sciogliere ed una volta sciolto aggiungeteci la farina. Mescolate per bene in modo da formare un impasto che continuerà nella cottura a fuoco basso (circa 1 minuto). A seconda di questo tempo di cottura deciderete il colore della besciamella. Poi aggiungete il latte caldo. Continuate a scaldare mescolando, finchè la besciamella non si sarà addensata. Poi aggiungete il pepe e la noce moscata grattati. Potete anche aggiungere la salvia.

Prendete una pirofila e imburratela leggermente. Poi disponete gli gnocchi alla romana in modo che siano leggermente sovrapposti gli uni sugli altri. Aggiungete un po’ di besciamella, una grattata di pepe e noce moscata e lasciate cuocere in un forno già caldo per circa 15 minuti. Se volete potete aromatizzare la besciamella con qualche foglia di salvia. Negli ultimi minuti potete accendere il gratin nel forno (se lo avete) per abbrustolire leggermente la parte superiore della besciamella e degli gnocchi. Aggiungete anche una abbondante grattata di grana padano.

Servite gli gnocchi ben caldi.

Dai il tuo voto