Spaghetti con cicoria e pecorino 5/5 (1)

Spaghetti pecorino e cicoria

Spaghetti con cicoria e pecorino

Durata 40 min

Difficoltà  Intermedia

Origine Lazio

Uno dei piatti della tradizione romana che forse sono meno noti, anche nella stessa capitale, sono gli spaghetti con cicoria e pecorino. Piatto già menzionato nei ricettari dell’inizio Novecento, questa ricetta può essere una valida alternativa alla ormai coppia-abbinamento pecorino e guanciale, dove l’amaro della cicoria viene perfettamente equilibrato dalla struttura del pecorino, creando un piatto equilibrato e saporito. Una ricetta da provare per ritornare alle atmosfere delle antiche trattorie romane della fine dell’Ottocento.

Ingredienti

Dosi per 4 persone:

  • 400 gr di Spaghetti
  • 400 gr di cicoria
  • Pecorino romano grattugiato q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

Preparazione

Mettete una pentola di acqua a bollire, e versateci dentro la cicoria dopo averla bel lavata e ripulita da radici e terra. Fatela cuocere fino a quasi completa cottura, poi scolatela in un colapasta e poi strizzatela per far fuoriuscire il liquido di cottura dall’interno. Lasciate la cicoria strizzata ad asciugare.

Preparate una padella bella larga (dovrete saltarci gli spaghetti) in cui avrete aggiunto un fondo d’olio extravergine di oliva ed uno spicchio d’aglio. Lasciatelo indorare per qualche minuto, poi aggiungete la cicoria strizzata. Tagliatela prima se dovesse risultare troppo lunga. Lasciate cuocere la cicoria, facendole perdere gradualmente tutta l’umidità fino a quasi soffriggerla.

Nel frattempo riempite una pentola di acqua e portatela ad ebollizione. Poi aggiungete una presa di sale e poi calateci gli spaghetti. Andate avanti con la cottura fino a quasi al dente, poi scolateli e versateli nella padella con la cicoria. Fateli saltare per bene nel sugo con la cicoria (aggiungete un po’ di olio di oliva se necessario). Poi mentre fate saltare gli spaghetti, aggiungete un po’ di pecorino romano grattugiato (qui è meglio quello meno stagionato). Spegnete e fate le porzioni sui diversi piatti.

Guarnite gli spaghetti con cicoria e pecorino con un’ulteriore grattata di pecorino romano (qui è meglio quello più stagionato) e serviteli ancora ben caldi.

Dai il tuo voto