Parafrittus Sardi o Fatti Fritti 5/5 (3)

Fatti Fritti o Parafrittus sardi
Francy74
Logo YT

Le ricette di Francy 74

Parafrittus sardi o Fatti Fritti

Durata 45 min + 1 h 30 min di lievitazione

Difficoltà  Intermedia

Origine Sardegna

I fatti fritti sono dei dolci tipici della cucina sarda, preparati in occasione del Carnevale ma non solo. Questi dolci vengono chiamati in sardo “Para Frittus” che significa “frati fritti”. L’origine del nome dipende dalla colorazione tipicamente marroncina che ricorda il saio dei frati e la riga centrale chiara intorno al dolce ricorda il cordone del saio. La ricetta che propongo oggi mi è stata tramandata da Gabriella, una cara amica.

Ingredienti

Dosi per 26 Fatti Fritti (circa 2 kg):

  • 4 Uova
  • 1 Kg di farina tipo 00
  • 120 g di Zucchero
  • 100 g di Strutto
  • 70 g di lievito di birra
  • 3 limoni
  • 1 arancia
  • 1 bustina di vanillina
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • sale
  • acquavite
  • 1/2 litro di latte
  • zucchero per spolverizzare

Procedimento

Grattugiare la scorza di 2 limoni e dell’arancia. Versare la farina nella ciotola della planetaria, montare il gancio e azionare a velocità lenta. Unire una alla volta le uova.

Aggiungere all’impasto la scorza del limone e dell’arancia. Sciogliere lo zucchero in 250ml di latte leggermente intiepidito. Fermare la planetaria e aggiungere a più riprese il latte zuccherato. Aggiungere la bustina di vanillina e riavviare la planetaria. Mettere due pizzichi di sale. Sciogliere al microonde lo strutto ed aggiungerlo lentamente al composto. Far lavorare la planetaria in modo che i liquidi vengano lentamente assorbiti dall’impasto. Aggiungere mezza bustina di lievito per dolci. Aggiungere pian piano mezzo bicchierino di acquavite.

Fatti Fritti o Parafrittus sardi 03

Lasciare andare la planetaria in modo che l’impasto assorba tutti i liquidi. Sciogliere il lievito di birra nei restanti 250 ml di latte e aggiungerlo pian piano all’impasto. Dopo 15 minuti fermare la planetaria. L’impasto risulterà morbido e appiccicoso, trasferirlo ora  in un contenitore sufficientemente grande, coprire con la pellicola per alimenti e riporlo nel forno spento a luce accesa. Coprire possibilmente il contenitore con una coperta. L’impasto con la lievitazione raddoppierà il suo volume. Evitate sbalzi di temperatura che potrebbero rovinare la lievitazione.

Dopo circa un’ora di lievitazione l’impasto è raddoppiato. Aiutandovi con due cucchiai prendete una porzione di impasto e con le mani infarinate create una ciambella poi, con un beccuccio per sache à poche fate il buco alla ciambella.

Fatti Fritti o Parafrittus sardi 06

Preparare tutte le ciambelle, adagiarle su una tovaglia di cotone spolverizzata con la farina, coprirle e lasciarle ancora lievitare.

Fatti Fritti o Parafrittus sardi 07

Scaldare l’olio di semi in una padella e aromatizzarlo con la scorza del terzo limone. Quando l’olio sarà caldo togliere le scorze e iniziare a friggere. Aiutarsi con il manico di un mestolo in legno per far si che il buco dei fritti non si chiuda.

Non rimane che la prova assaggio. Poi servire caldi.

Dai il tuo voto