Patate arraganate 4.33/5 (3)

Patate arraganate

Patate arraganate

Durata 50 min

Difficoltà Facile

Origine Basilicata

Le patate arraganate sono una ricetta casalinga della tradizione lucana. Questo piatto prende il nome da “raganate” o “arraganate” che significa appunto gratinate. Le patate infatti tagliate a fette sottili vengono disposte in una teglia insieme a pomodori e cipolle e poi lasciate gratinare al forno con un po’ di pangrattato e origano (la tradizione ci vorrebbe anche un po’ di formaggio grattugiato).

Ingredienti

Per 4 persone:

  • 500 gr di Patate
  • 2 Cipolle
  • 200 gr di Pomodori maturi
  • Origano
  • Pangrattato
  • Pecorino grattugiato (opzionale)
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

Procedimento

Prendete le patate, lavate e sbucciatele. Tagliatele a fettini sottili (circa mezzo centrimetro) e disponetele ricoprendo il fondo di una grossa teglia su cui avete in precedenza aggiunto un filo d’olio extravergine di oliva (non tanto, ne aggiungerete altro alla fine).

Patate arraganate 01

Sbucciate due grosse cipolle bianche e poi tagliatele a fette anch’esse. Disponetele le fette di cipolla ben distribuite sullo strato di patate.

Patate arraganate 02

Infine prendete i pomodori maturi e dopo averli lavati, tagliateli a fette e disponeteli sopra le cipolle. Spolverate con dell’origano e un po’ di sale.

Patate arraganate 03

Riscaldate il forno a 200°C ed infornate. Lasciate cuocere per circa 30 minuti, poi sfornate solo per aggiungere del pangrattato (mescolato con del pecorino grattugiato se vi piace). Poi infornate nuovamente e continuate la cottura per altri 15 minuti.

Servite le patate arraganate ben calde ed appena sfornate. Comunque sono buone anche lasciate riposare e riscaldate in seguito.

Dai il tuo voto