Pinza veneziana 5/5 (1)

pinza veneziana

Pinza veneziana

Durata 1 h 30 min

Difficoltà  Intermedia

Origine Veneto

La pinza veneziana è un dolce tipico della zona veneta e preparato per tradizione durante l’Epifania. Le pinze vengono preparate utilizzando molti ingredienti come ancora di più sono le versioni di questo tipo di torte. In generale si possono definire due versioni, una a base di farina di mais ed una a base di pane ammollato che vengono poi arricchite da molte spezie dolci e frutta secca. Qui diamo una versione molto diffusa a Venezia, a base di farina di mais insaporito con fichi secchi, mele, ed uvetta.

Vino in abbinamento: Recioto della Valpolicella DOCG

Ingredienti

Per una pinza di :

  • 200 gr di Farina di mais
  • 100 gr di farina
  • 100 gr di Zucchero
  • 100 gr di Burro
  • 2 Mele
  • 2 Uova
  • 500 ml di latte
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 4 fichi secchi
  • 1/2 bicchierino di Marsala
  • 1/2 bicchierino di Anice
  • 1 Limone
  • 1 Arancia
  • Cannella
  • Semi di finocchio
  • Sale

Procedimento

Prendete una ciotola e versateci dentro l’uvetta. Versateci dentro mezzo bicchierino di marsala (o altro liquore aromatico) e mezzo bicchierino di anice. Lasciate ammollare l’uvetta nella miscela di liquori. Poi prendete i fichi secchi e tagliateli a piccoli pezzettini.

pinza veneziana 02

In un altro contenitore mescolate le due tipologie di farina. Mentre in una larga pentola versateci dentro mezzo litro di acqua e mezzo litro di latte. Versateci dentro lo zucchero, una stecca di cannella, una scorza di limone ed una scorza di arancia. Riscaldate il latte per portarlo a bollore.

Poco prima che il latte comincerà a bollire, togliete la cannella e le due scorze di arancia e di limone. Poi cominciate a versare a pioggia la miscela delle due farine, mescolando nel frattempo con un cucchiaio di legno. Alla fine otterrete una sorta di polenta di una certa consistenza.

Quando la polenta sarà sufficientemente cotta, spegnete e lasciate raffreddare, mescolando di tanto in tanto per non farla raggrumare. Per prima cosa, quando ancora calda, versateci il burro a cubetti, in modo da farlo sciogliere con il calore. Quando avrà raggiunto la temperatura ambiente, versateci dentro gli altri ingredienti: l’uvetta ammollata insieme al liquore in cui è stata fatta riposare, un cucchiaino di semi di finocchio, la scorza grattata di limone e di arancia, un pizzico di sale.

pinza veneziana 06

Mescolate così tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto piuttosto omogeneo.

pinza veneziana 07

Prendete una teglia rotonda o rettangolare ed imburrate il fondo ed i bordi interni. Poi versate uno strato di base con metà dell’impasto. Poi aggiungete spargendoli qua e là i pezzettini di fico secco. Tagliate le mele a fette sottili e distribuitele uniformemente sopra l’impasto, sovrapponendo tra di loro le vatie fettine sottili.

pinza veneziana 08

Versate ora sopra l’altra metà dell’impasto e con la parte piatta di un coltello per spalmare, distribuite l’impasto per coprire per bene tutta la farcia di mele, e poi livellate la superficie con l’impasto ancora morbito. Poi sbattete un secondo uovo con un cucchiaio di zucchero e poi spennellate la superficie della torta.

pinza veneziana 09

Riscaldate un forno a 180*C ed infornate la pinza veneziana. Lasciate cuocere per circa 45 minuti. Poi spegnete, lasciando raffreddare la torta nel forno. Sfornate. Togliete la torta dalla teglia solo quando la torta sarà perfettamente raffreddata.

La pinza veneziana è più buona se ha riposato almeno un giorno. Per conservarla perfettamente mettetela in un luogo asciutto e riparato, come per esempio il forno spento.

Dai il tuo voto