Sarde a beccafico 4.67/5 (3)

Sarde a beccafico

Sarde a beccafico

Durata 1 h 30 min
Difficoltà Intermedia
Origine Sicilia

Le sarde a beccafico sono una ricetta tipica siciliana. Il loro nome deriva proprio dal fatto che la loro forma deve assomigliare ai beccafico, un piccolo volatile che venivo cacciato e consumato dai nobili siciliani. Questi uccellini venivano cucinati tutti interi comprese le interiora e disposti uno accanto all’altro. La saggezza popolare nella sua povertà quotidiana ha saputo imitare la forma di questi volatili avvolgendo le sarde ad involtino ed aprendo la coda delle sarde come la coda di un volatile e riempito l’interno con pinoli, pangrattato e altro per arricchirne la consistenza interna. Oggi questo piatto, rimasto immutato nel tempo, ha avuto un grande successo e le sarde vengono preparate sia fritte che al forno.

Ingredienti

Per 4 persone:

  • 700 gr di Sarde
  • 80 gr di Mollica di Pane
  • 3 filetti di acciuga sotto sale
  • 30 gr di Capperi
  • 30 gr di Olive nere
  • 40 gr di Uva passa
  • 40 gr di Pinoli
  • 1 mazzetto di Prezzemolo
  • 1 Limone
  • pangrattato
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Procedimento

Prendete le sarde, eliminate la testa, tagliatele a libretto e deliscatele. Poi lavatele per bene sotto acqua corrente, poi asciugatele.

In una padella antiaderente aggiungete un filo di olio extravergine di oliva e unite la mollica di pane. Fatela tostare per bene e poi trasferitela in una ciotola. Aggiungete alla ciotola le acciughe ed i capperi, le olive nere denocciolate e tritate finemente. Infine aggiungete l’uva passa precedentemente ammollata in acqua tiepida, i pinoli e una grattata di scorza di limone, le foglie del prezzemolo tritate.

Aggiungete all’impasto un po’ di olio d’oliva e un pizzico di sale. Cominciate a mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendete le sarde a libretto lasciando la parte interna verso l’alto. Spargete un po’ dell’impasto sopra ogni sarda e poi richiudetele avvolgendole su se stesse partendo dalla testa e finendo sulla coda. Premete sull’involtino di sarda schiacciandolo un po’ e poi impanatele per bene nel pangrattato.

Adesso potete decidere se cuocerle al forno oppure fritte. Se le volete cuocere al forno, disponete le sarde in una teglia una accanto all’altra con la coda rivolta verso l’alto e poi aggiungete un filo d’olio sul fondo. Riscaldate il forno a 180°C e cuocete per 30 minuti.

Se invece le volete fritte, prendete una padella antiaderente, aggiungete dell’olio e friggetele. Quando risulteranno ben cotte e la panatura dorata, toglietele dalla padella e dopo averle scolate per bene, ponetele ad asciugare sopra un foglio di carta assorbente.

Servite le sarde a beccafico ben calde.

Dai il tuo voto