Scroccafusi 5/5 (4)

Scroccafusi

Scroccafusi

Tempo 100x100Durata:   1h  30 min                   

ricetta difficolta intermediaDifficoltà: media

 Origine: Marche

Gli scroccafusi sono un dolcetto tipico delle Marche, in particolare della zona del maceratese. Questi dolci vengono di solito preparati nel periodo del Carnevale. Il loro nome viene proprio dalla loro croccantezza subito dopo la frittura che li porta a “scrocchiare”. Di solito vengono imbevuti di mistrà (in particolare il Varnelli) ma spesso per dare un po’ di colore di preferisce bagnarli con l’alchermes.

Ingredienti

Per 6-8 persone

IngredientiQuantità
Farina700g
Zucchero200g
Olio di oliva1 cucchiaio
Limone1
Mistrà1 bicchierino
Uova5
Alchermesq.b.
Mieleq.b.
Olio per friggereq.b.

Preparazione

Preparate una spianatoia (potete usare anche un’impastatrice) e versate la farina a fontana. Fate un incavo al centro e aggiungete le uova, un cucchiaio di olio ed una grattata abbondante di scorza di limone. Aggiungete anche lo zucchero ed un bicchierino di mistrà (se non lo avete, rum per dolci va bene lo stesso). Cominciate ad impastare il tutto dapprima delicatamente per evitare di far fuoriuscire dall’incavo le uova, poi sempre più vigorosamente in modo da amalgamare per bene tutti gli ingredienti. Impastate finchè non otterrete un impasto omogeneo.

Prendete una pentola e riempitela di acqua. Portatela ad ebollizione. A questo punto, separate dall’impasto via via delle piccole porzioni. Formate con queste porzioni delle piccole pallette di circa la dimensione di una noce. Versatele via via nell’acqua bollente. Non appena verranno a galla, rimuovetele dall’acqua con un mestolo rigato e lasciatele asciugare su di un canovaccio. Poi schiacciateli leggermente e con la punta di un coltello (o il lato di una forchetta) formate tante piccole fenditure ai lati degli scroccafusti, dandogli leggermente una forma a panetto con una croce di taglio al centro.

Poi preparate una pentola adatta alla frittura e riempitela di olio per friggere. Portate ad alta temperatura e versateci dentro i scroccafusi. Fatele dorare per bene. Toglietele dalla frittura e dopo averle scolate lasciatele asciugare su di un foglio di carta assorbente.

Disponete su di un vassoio e poi se volete potete irrorarle con alchermes e miele (o zucchero).

Dai il tuo voto