Strangolapreti 5/5 (3)

Strangolapreti

Strangolapreti

Durata 1 h
Difficoltà Intermedia
Origine Trentino-Alto Adige

Gli strangolapreti sono una ricetta tipica del Trentino. Questi grossi gnocchetti di pane e spinaci risalgono ad antiche tradizioni, e da sempre sono sempre stati apprezzati sia dalle classi povere che da quelle più agiate. Infatti devono il loro nome proprio al fatto che questo piatto era il preferito di tutti i prelati durante il famoso Concilio di Trento.

Ingredienti

Per 4 persone:

  • 500 gr di Pane raffermo
  • 250 ml di Latte
  • 250 gr di Spinaci
  • ½ Cipolla
  • Farina q.b.
  • Noce moscata
  • 3 cucchiai di Grana Padano grattugiato
  • 8 foglie di Salvia
  • 1 noce di Burro
  • Pepe
  • Sale

Procedimento

Prendete il pane raffermo e riducetelo a pezzi. Raccogliete tutti i pezzi all’interno di una ciotola a cui aggiungere anche il latte a temperatura ambiente. Lasciate ammollare il pane con il latte per un tempo di circa 3 ore.

Nel frattempo prendete una pentola riempitela di acqua e portatela a bollore. Una volta a bollore, scottate gli spinaci lasciandoli cuocere per una decina di minuti. Scolateli per bene facendogli perdere l’acqua in eccesso, tritateli finemente.

Prendete un’altra padella e aggiungete una noce di burro. Fate rosolare mezza cipolla tritata. Poi aggiungete gli spinaci tritati e fateli rosolare per un po’ facendoli insaporire. Continuate la cottura per circa 5 minuti. Poi spegnete e lasciate raffreddare.

Prendete una grossa ciotola e aggiungete il pane raffermo sbriciolato leggermente strizzato, poi aggiungete un uovo, e gli spinaci con la cipolla ed il burro nella padella. Aggiungete una grattata di noce moscata, un pizzico di sale ed una gratta di pepe. Poi aggiungete 2-3 cucchiai di grana padano e cominciate a mescolate il tutto per amalgamare tutti gli ingredienti. Aggiungete tanta farina al composto quanto necessaria per rendere l’impasto leggermente asciutto e lavorabile. Se invece dovesse risultare troppo asciutto, regolate con un po di latte.

Una volta che l’impasto è omogeneo e pronto per essere lavorato, prendete con le mani delle piccole porzioni e formate dei grossi gnocchettoni.

Riempite una pentola di acqua portatela ad ebollizione. Aggiungete una presa di sale e poi versate gli strangolapreti. Lasciateli cuocere finchè questi non verranno a galla. Raccoglieteli con un mestolo forato e versateli in una zuppiera calda.

Scaldate in una padella due noci di burro e fatelo sciogliere. Aggiungete le foglie di salvia e fate insaporire così il burro (non fatelo bruciare!).

Condite gli strangolapreti con burro fuso e salvia e serviteli ben caldi. Aggiungete un’abbondante spolverata di grana padano grattugiato.

Dai il tuo voto