Strangozzi al tartufo 5/5 (6)

Strangozzi al tartufo

Strangozzi al tartufo

Durata 1 h

Difficoltà Facile

Origine Umbria

Gli Strangozzi al tartufo sono un piatto tipico dell’Umbria nato dall’abbinamento di due prodotti molto diffusi e apprezzati in questa regione. Il tartufo nero proveniente da Norcia, qualità pregiata ed apprezzate per il suo sapore, e gli strangozzi (o stringozzi), un formato di pasta lunga fresca tipica di questa regione, originaria della zona compresa tra Spoleto e Foligno. Molto simili ai tagliolini, si differenziano per il fatto che non contentono uova. Diffusi in tutta la regione, hanno assunto diversi nomi, a Perugia vengono chiamati umbricelli, a Terni, ciriole.

 Dove Mangiare: Cantina de’ Corvi (Spoleto)

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di Farina
  • Tartufo nero q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 noce di Burro
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Prodotto tipico: Tartufo nero di Norcia

Procedimento

Su di una spianatoia, mettete la farina formando una fontana e aggiungete abbastanza acqua salata (tiepida) per avere un’impasto sodo ed omogeneo. Formate una palla con l’impasto, e copritela poi con un canovaccio umido. Lasciate riposare l’impasto per 30 minuti. Poi trascorso questo tempo, cominciate a stendere la pasta in modo da ottenere una sfoglia di circa 3 millimetri di spessore. Usate un po’ di farina di mais per tenere distaccata la sfoglia e ripiegate la sfoglia delicatamente come un tappeto.

Con un coltello ben affilato, tagliate tantissime fette sottili, e non appena tagliate ristendete la pasta in modo da ottenere uno strangozzo per fetta.

Pulite il tartufo, strofinandolo con un panno umido. Prendete un pentolino e aggiungete un filo d’olio, lo spicchio dell’aglio intero, e grattugiateci il tartufo. Mettete il pentolino su un fuoco bassissimo, solo per riscaldare l’olio (non deve soffriggere!), e fate insaporire per 10 minuti. Aggiungete il sale e utilizzatelo per condire gli strangozzi quando saranno cotti.

Mettete a bollire una pentola di acqua salate e poi a bollitura aggiungete gli strangozzi. Il tempo di cottura è di pochi minuti, scolate gli strangozzi delicatamente e poi conditeli con il sugo di tartufo.

Servire gli strangozzi ben caldi.

Dai il tuo voto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.