Strangozzi al tartufo 5/5 (4)

gran-consiglio-della-forchetta-strangozzi-al-tartufo

Strangozzi al tartufo

Durata 1 h
Difficoltà  Facile
Origine Umbria

Gli Strangozzi al tartufo sono un piatto tipico dell’Umbria nato dall’abbinamento di due prodotti molto diffusi e apprezzati in questa regione. Il tartufo nero proveniente da Norcia, qualità pregiata ed apprezzate per il suo sapore, e gli strangozzi (o stringozzi), un formato di pasta lunga fresca tipica di questa regione, originaria della zona compresa tra Spoleto e Foligno. Molto simili ai tagliolini, si differenziano per il fatto che non contentono uova. Diffusi in tutta la regione, hanno assunto diversi nomi, a Perugia vengono chiamati umbricelli, a Terni, ciriole.

locale Dove Mangiare: Cantina de’ Corvi (Spoleto)

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di Farina
  • Tartufo nero q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 noce di Burro
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Prodotti tipiciProdotto tipico: Tartufo nero di Norcia

Procedimento

Su di una spianatoia, mettete la farina formando una fontana e aggiungete abbastanza acqua salata (tiepida) per avere un’impasto sodo ed omogeneo. Formate una palla con l’impasto, e copritela poi con un canovaccio umido. Lasciate riposare l’impasto per 30 minuti. Poi trascorso questo tempo, cominciate a stendere la pasta in modo da ottenere una sfoglia di circa 3 millimetri di spessore. Usate un po’ di farina di mais per tenere distaccata la sfoglia e ripiegate la sfoglia delicatamente come un tappeto.

Con un coltello ben affilato, tagliate tantissime fette sottili, e non appena tagliate ristendete la pasta in modo da ottenere uno strangozzo per fetta.

Pulite il tartufo, strofinandolo con un panno umido. Prendete un pentolino e aggiungete un filo d’olio, lo spicchio dell’aglio intero, e grattugiateci il tartufo. Mettete il pentolino su un fuoco bassissimo, solo per riscaldare l’olio (non deve soffriggere!), e fate insaporire per 10 minuti. Aggiungete il sale e utilizzatelo per condire gli strangozzi quando saranno cotti.

Mettete a bollire una pentola di acqua salate e poi a bollitura aggiungete gli strangozzi. Il tempo di cottura è di pochi minuti, scolate gli strangozzi delicatamente e poi conditeli con il sugo di tartufo.

Servire gli strangozzi ben caldi.

Dai il tuo voto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.