Strichetti al ragù di prosciutto crudo 5/5 (1)

strichetti al ragù di prosciutto

Strichetti al ragù di prosciutto crudo

Durata 1 h 30 min

Difficoltà  Intermedia

Origine Emilia Romagna

Gli strichetti al ragù di prosciutto crudo sono uno dei tantissimi modi con cui si possono preparare questo tipico formato di pasta fresca bolognese. Nati dalla tradizione casalinga, gli strichetti sono stati creati dalla ingegnosità e fantasia di tante nonne, zie e mamme che hanno trovato un modo di recuperare i ritagli di sfoglia di pasta fresca avanzati. Dai ritagli avanzati si ricavavano dei quadrotti di circa 4 cm, e poi con il pollice e l’indice si stringevano al centro per formare delle farfalle.

Vino in abbinamento: Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC

Ingredienti

Per 4 persone

Per la preparazione dei strichetti:

  • 400 gr di Farina 00
  • 4 Uova

Per la preparazione del sugo:

  • 200 gr di Prosciutto crudo
  • 1/2 Cipolla
  • Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • Burro
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

Per prima cosa cominciamo a preparare gli strichetti .

Preparate una spianatoia e versate la farina formando una fontana. Al centro rompete le uova. Cominciate ad impastare delicatamente con le dita, facendo in modo che l’uovo non fuoriesca dalla fontana ma che venga assorbito piano piano dalla farina. Mescolate in modo che tutto si integri bene bene. Prima delicatamente poi via via sempre più energicamente. Quando il composto sarà ben omogeneo ed elastico, formate una palla e lasciatela riposare in un recipiente per circa mezz’ora, ben coperta da un canovaccio o da una pellicola trasparente.

L’impasto dopo il riposo dovrebbe risultare più morbido ed elastico, al punto giusto per poter essere lavorato con la macchinetta per la pasta. Stendete una sfoglia sottile, e poi con una rotella dentata ritagliate tanti quadrati di circa 4 cm di lato. Poi con le punte dell’indice e del pollice stringete i quadrati di pasta al centro formando delle forme simile a delle farfalle, gli strichetti appunto.

Raccogliete gli strichetti in un vassoio su cui avrete posto un po’ di semola di grano duro e lasciateli seccare all’aria.

Una volta pronti gli strichetti, cominciamo a preparare il ragù di prosciutto crudo.

Con un tritacarne macinate finemente il prosciutto crudo tagliato a pezzi. Generalmente si usano gli avanzi del prosciutto, come gambo o altri parti minori. Una volta ottenuto il trito ponetelo a rosolare in una padella in cui avrete fatto sciogliere una noce di burro e mezza cipolla tritata finemente.

Una volta fatto rosolare , sfumate con un po’ di vino bianco e lasciate asciugare.

Nel frattempo mettete a bollire una pentola di acqua salata, a cui andrete a cuocere gli strichetti. Una volta cotti, scolateli e conditeli con il ragù di prosciutto crudo. Spolverate con abbondante parmigiano grattugiato ed una grattata di pepe nero e servite.

Dai il tuo voto