Strucchi fritti 5/5 (2)

Strucchi friulani

Strucchi fritti

Durata 4 h

Difficoltà  Intermedia

Origine Friuli Venezia Giulia

Gli strucchi fritti sono dei dolcetti tipici della pasticceria friulana, in particolare delle Valli del Natisone e della zona di Cividale. Come tutte le ricette tradizionali che sono preparate sia a livello familiare che artigianale, la composizione del ripieno può subire variazioni a seconda della zona di produzione. Molto simili alla gubana (sia per l’impasto che per il ripieno), questi dolcetti ripieni possono essere sia fritti che cotti al forno, soffici al morso, contengono all’interno un ripieno con un trito di frutta secca, cacao e biscotti.

Ingredienti

Per 4 persone:

Per la farcia:

  • 50 gr di Uvetta
  • 15 gr di Pinoli
  • 40 gr Mandorle
  • 40 gr di Noci
  • 40 gr di Biscotti secchi
  • 20 gr di Cacao
  • 40 gr di Nocciole
  • Mezzo bicchierino di grappa
  • 1 uovo
  • 40 gr di zucchero

Per la pasta:

  • 350 gr di Farina Manitoba
  • 60 gr di Zucchero
  • 15 gr di Lievito di birra
  • 2 uova
  • 100 mL di Latte
  • 50 gr di Burro
  • 1 Limone
  • un pizzico di Sale

Preparazione

Cominciamo con la preparazione del lievitino sciogliendo il lievito di birra nel latte. Una volta ben sciolto, aggiungerlo a 100 gr di farina ed impastare per qualche minuto.

Lasciare lievitare per 45 minuti in un luogo caldo e asciutto. Nel frattempo cominciare la preparazione del ripieno. Mettere l’uvetta a bagno nella grappa.

Strucchi 02

Pesare noci, nocciole, pinoli, mandorle e tostarle in una padella. Girate spesso in maniera da ottenere una tostatura omogenea su tutta la frutta secca.

Gubana

Fate raffreddare la frutta secca e tritatela. Aggiungete i biscotti, lo zucchero ed il cacao. Infine aggiungete l’uvetta e la grappa. La consistenza del ripieno sarà piuttosto dura.

A questo punto amalgamate un tuorlo d’uovo alla farcia e l’albume montato a neve.

Gubana

Il ripieno a questo punto sarà compatto, ma morbido e spalmabile. Mettetelo da parte e riprendete il lievitino che avrà raddoppiato il proprio volume.

Gubana

Aggiungete la restante farina, lo zucchero, il pizzico di sale, la buccia di un limone grattugiata, un uovo intero ed un tuorlo (conservate l’albume che vi servirà alla fine per lucidare il dolce prima di infornarlo) e mescolate con il gancio di una planetaria o se preferite a mano.

Gubana

Aggiungete infine il burro tenuto per qualche minuto a temperatura ambiente e mescolare ancora. Quando sarà completamente omogeneo, lasciate crescere l’impasto per un’ora in un luogo asciutto e riparato.

Gubana

Trascorso il tempo necessario, l’impasto avrà raddoppiato il suo volume. Stendetelo su una spianatoia con un matterello mantenendo una forma rettangolare.

A questo punto, formate delle piccole palline con la farcia e disponetele su metà della superficie e poi ricopritele con l’altra metà della sfoglia.

Ritagliate, come se fossero dei ravioli, gli strucchi utilizzando una rotella (dentata o meno non importa) o un coltello. Premete con la mano sui bordi per far aderire bene l’impasto intorno al ripieno. Disponete poi gli strucchi su una placca o su un vassoio evitando che si sovrappongano l’un l’altro.

Riscaldate dell’olio per friggere, e poi versateci dentro gli strucchi uno per volta. Tenete sotto controllo la frittura. Gli strucchi tenderanno a gonfiarsi con la cottura, assumendo la forma tradizionale. Friggeteli pochi per volta, toglieteli dall’olio di frittura con un mestolo forato e posateli su di un panno di carta assorbente in modo da lasciarli asciugare.

Una volta pronti gli strucchi, potete servirli sia ben caldi, che lasciati raffreddare e mangiati successivamente (si conservano per alcuni giorni).

Dai il tuo voto