Triglie in saor

triglie in saor

Triglie in saor

Tempo 100x100Durata: 30 min + 24 h di riposo            

 Difficoltà: intermedia

veneto   Origine: Veneto

Le triglie in saor sono una variante alternativa alla famosa ricetta veneziana delle sarde in saor. Saor in veneziano significa “sapore” ed infatti questa saporitissima ricetta consiste in sarde intere fatte marinare in un buonissimo fondo agrodolce a base di cipolle insaporite con uva passa e pinoli. Piatto sfizioso e saporito, ottimo da gustare come antipasto insieme ad un bel calice di prosecco.

Abbinamento vinoVino in abbinamento: Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG

Ingredienti

Per 4 persone

IngredientiQuantità
Triglie500g
Cipolle bianche3
Aceto1 bicchiere
Uva passa80g
Pinoli50g
Farinaq.b.
Zucchero1 cucchiaio
Olio extravergine di olivaq.b.
Saleq.b.

Procedimento

Prendete le triglie fresche e lavatele sotto l’acqua corrente. Eliminate le teste, poi le interiora. Con un coltello affilato adatto per sfilettare, ricavate due filetti per ogni triglia. Poi sciacquate ancora i filetti, e lasciandoli un po’ umidi, versateli in un contenitore pieno di farina in modo da infarinarli per bene su tutta la superficie.

triglie in saor

Preparate una padella, aggiungete abbondante olio di oliva e cominciate a friggere i filetti di triglia infarinati uno dopo l’altro. La temperatura dell’olio deve essere alta per permettere di ottenere un fritto croccante ed asciutto.

triglie in saor

Una volta ben fritti e dorati, toglieteli dalla frittura con un mestolo forato e dopo averli sgocciolati per bene, lasciateli asciugare sopra uno strato di carta assorbente da cucina. Poi una volta asciutti aggiungete una spolverata leggera di sale.

triglie in saor

Prendete le cipolle, sbucciatele e poi affettatele non tanto finemente. Prendete un tegame e dopo aver aggiunto un filo di olio extravergine di oliva, unite le cipolle affettate. Fatele soffriggere finché non risulteranno ben imbiondite.

sarde in saor

Al momento di massimo vigore, sfumate con un bicchiere di aceto e aggiungete un po’ di sale ed un cucchiaio di zucchero. Fate sobbollire le cipolle nell’aceto a fuoco vivo facendo asciugare un po’, poi aggiungete l’uva passa ammollata in precedenza nell’acqua (e strizzata) ed i pinoli. Fate sobbollire per un’altra decina di minuti a fuoco basso e a coperchio chiuso.

sarde in saor

Prendete una terrina (meglio un contenitore di vetro con coperchio) abbastanza fonda (tre o quattro dita) e cominciate a disporre uno strato di filetti di triglia fritti. Poi ricopriteli con uno strato di saor, cioè il fondo di cipolle, e poi un altro strato di triglie, e poi saor. Alla fine i filetti di triglia fritti dovranno essere completamente ricoperti dal saor. Coprite la terrina con una pellicola per alimenti , oppure se avete scelto il contenitore di vetro chiudete direttamente con il coperchio. Mettete i filetti di triglia in saor a marinare in frigorifero.

gamberetti in saor

Lasciate marinare i filetti di triglia in saor per almeno un giorno prima di servirle.

I filetti di triglia in saor devono essere serviti a temperatura ambiente, meglio freddi che riscaldati! Potete servirli insieme ad un purè di patate caldo oppure un fondo di polenta, in modo da creare anche un contrasto caldo – temperatura ambiente. Per esaltare i colori potete scegliere un purè bianco o una polenta bianca. Oppure potete consumarli in piccole porzioni, come spuntino o antipasto, o persino aperitivo da accompagnare ad un bicchiere di vino bianco.

Dai il tuo voto