Trippa di rana pescatrice 5/5 (3)

Trippa di rana pescatrice

Trippa di rana pescatrice

Durata 1 h

Difficoltà  Intermedia

Origine Marche

Tra i piatti che sono derivati dalle antiche tradizioni vi è la trippa di rana pescatrice. Questo piatto tipico di San Benedetto del Tronto, nasce dalla bravura dei pescatori a proporre sulle loro tavole una “trippa di pesce” sfruttando quello che il mare mette a disposizione. Ecco così che la trippa di rana pescatrice (pesce di cui il mercato richiede solo la coda ed il resto scartato) viene preparata con la stessa ricetta della trippa alla romana, ottenendo un piatto che poco si discosta da quello tradizionale.

Ingredienti

Dosi per 4 persone:

  • 1 Kg di Trippa di Rana Pescatrice
  • 2 Carote
  • 1 costa di Sedano
  • 1 Cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • Pecorino Romano q.b.
  • 4-5 foglie di alloro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco.
  • 300 ml di passata di pomodoro
  • Foglioline di menta
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

Procuratevi della trippa di rana pescatrice, ordinandola dal vostro pescivendolo di fiducia (ci vorranno più pesci). Riscaldate una pentale di acqua salata fino a portarla a bollore, e poi versateci dentro, un po’ di sale, le foglie di alloro. Dopo un minuto aggiungeteci la trippa di rana pescatrice e fatela sbollentare per il tempo necessario affinché risulti morbida (circa 20 minuti). Spegnete, scolatela e lasciatela raffreddare. Poi prendete la trippa e tagliatela a listarelle.

Nel frattempo procuratevi un grosso tegame di terracotta, o se non lo avete una casseruola abbastanza profonda. Aggiungete un fondo di olio extravergine di oliva, ed un trito a base di carote, sedano e cipolla. Fate imbiondire il soffritto per circa 5 minuti, poi versateci la trippa a rosolare insieme ad una grattata di pepe nero, delle foglioline di menta ed una spolverata di sale. Mescolare per bene, per far rosolare la trippa di rana pescatrice per qualche minuto, infine sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco. Continuate la cottura fino a completa evaporazione del vino.

A questo punto aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale e portate il sugo a bollore. A questo punto abbassate la fiamma, coprite con un coperchio e continuate la cottura a fiamma bassa per una ventina di minuti.

A cottura avvenuta, spegnete e servite le diverse porzioni di trippa di rana pescatrice, accompagnandole con delle fette di pane tostato (con qualche goccio d’olio) e dell’abbondante pecorino grattugiato.

Dai il tuo voto