Turcinieddhri (Turcinelli) 4.67/5 (3)

turcinieddhri

Turcinieddhri (Turcinelli)

Durata 35 min 
Difficoltà Intermedia
Origine Puglia

I turcinieddhri sono una specialità del Salento. Vengono chiamati anche Turcinelli, Gnommarieddhri o Mboti, questi involtini di interiora di agnello vengono solitamente cotti alla brace e grazie alla loro speziatura sono dei bocconcini prelibati da consumare immediatamente appena cotti. Il salento come molte altre zone del centro-sud Italia vantano una lunga tradizione dell’allevamento delle pecore, e anche qui non possono mancare moltissime ricette in cui è presente la carne di agnello. La sapienza e l’esperienza sta poi nel saper preparare tagli non pregiati (come le interiora) per traformarli in piatti gustosi. Preparateli e gustateli nelle grigliate estive all’aperto.

Ingredienti

  • Interiora di agnello (o di capretto)
  • Budelline di Agnello
  • Rete di Maiale
  • Prezzemolo
  • Aglio
  • Pepe
  • Sale

Preparazione

Prendete le interiora di agnello, o di capretto come cuore, milza, fegato, polmoni e  lavatele sotto acqua corrente. Prendete un tagliere e affettate tutte le parti in modo da ottenere piccoli pezzetti, corspargetele di sale grosso e lasciatele sotto sale per circa 2 ore (anche in frigo). Risciacquatele. Poi mettete i pezzetti in una ciotola con sale, le foglie di prezzemolo e uno spicchio d’aglio sminuzzato e pepe macinato (potete aggiungere altre spezie se volete, come l’alloro). Poi prendete una parte dei pezzetti di interiora e avvolgeteli nel retino di maiale (la “rezza” o la “zeppa”) in modo da ottenere un piccolo cilindretto. Una volta ottenuti questi involtini legateli avvolgendoli con i budellini in modo da dargli la classica forma attorcigliata.

A questo punto i turcinieddhri sono pronti per essere cotti alla brace. Aggiungete il sale a metà cottura.

Servite i turcinieddhri appena cotti, devono essere ben caldi se si vuole che il loro sapore risulti più gradevole e che abbiano una consistenza morbida e succulenta.

Dai il tuo voto