Ricette con le patate

patate diversi colori

Le Patate

Le Patate sono forse l’ortaggio più amato e consumato in tutta Italia, anche più del pomodoro.

La coltivazione delle patate è molto diffusa non solo in Italia, ma anche in tutta Europa. Questo è dovuto alla grande capacità di adattamento di questo ortaggio. Infatti indipendentemente dai climi (dalla Norvegia all’Egitto) e dalle altitudini (infatti può essere coltivata benissimo anche in montagna) questa pianta cresce rigogliosa dappertutto, differenziandosi certo in varietà diverse ognuna con diverse caratteristiche, che la rendono adatta a particolari usi.

In fondo all’articolo troverete tutte le ricette con le patate.

Una patata mille colori

Uno degli aspetti più interessanti delle patate è il loro colore, indipendentemente dalle varietà tendiamo a riconoscerle dal colore della buccia. Ecco qua alcuni esempi e il modo migliore per utilizzarle:

Patata bianca

patata bianca

Questa patata ha una buccia molto chiara, bianco-avorio e la polpa è molto farinosa. Quindi tende durante la cottura a perdere forma. Quindi questo tipo di patata si adatta bene per la preparazione di purè o di farine. Per esempio può essere utilizzata direttamente per sostituire la fecola di patate comprata aggiungendola passata direttamente agli ingredienti per dolci.

Patata gialla

patata gialla

Queste patate hanno una pasta abbastanza soda e compatta che le garantisce un’ottima consistenza anche dopo una lunga cottura in acqua. Quindi sono adatte per essere utilizzate sia lesse e poi tagliate a pezzi per un’insalata di patate, ma anche per spezzatini e stufati. Inoltre la sua buona consistenza la rende adatta anche per preparazioni si arrosti, gratinate  o fritte. Quindi si tratta della tipologia più versatile.

Patata rossa

patata rossa

Queste patate sono facilmente riconoscibili per il colore rosso della loro buccia. La pasta all’interno è gialla e molto soda ed asciutta. Quindi sono la varietà di patata che meglio si adatta alla frittura dato il suo basso contenuto di acqua.

Patata viola

patata viola

Questa patata è giunta sul nostro mercato abbastanza recentemente. Per chi non la conoscesse, questa patata ha una buccia scura tendente al violetto, ma è la pasta all’interno che è  di color viola. Quindi questa patata si adatta molto a preparazioni colorate di effetto. Per esempio può essere fritta insieme alle altre a pasta gialla per dare effetti di colore in alternanza. Oppure se lessa e poi passata si possono avere creme ed impasti di colore viola da usare come ripieni colorati o per purè a vari colori.

Patata dolce arancione

patata dolce arancione

Questa varietà di patata dolce, di origine straniera, una varietà di quella americana, si sta diffondendo sul nostro mercato per le sue qualità nutritive, infatti oltre che ad avere una polpa di colore arancione, deve questo colore proprio a grandi quantità di carotene. Di sapore dolce e forma allungata ha una buccia spessa e dura. Adatta anch’essa a svariati usi.

La produzione italiana

In Italia, il 35% della produzione italiana proviene dalle due regioni Campania ed Emilia Romagna. Comunque anche altre regioni italiane producono un grande quantitativo di patate come Abruzzo, Veneto, Toscana e Calabria.

Discorso a parte va fatto invece per la produzione di patate novelle di cui il 90% della produzione viene coperto dalle regioni meridionali come Sicilia, Puglia, Campania e Sardegna.

cassette di patate

La produzione italiana

In Italia, il 35% della produzione italiana proviene dalle due regioni Campania ed Emilia Romagna. Comunque anche altre regioni italiane producono un grande quantitativo di patate come Abruzzo, Veneto, Toscana e Calabria.

Discorso a parte va fatto invece per la produzione di patate novelle di cui il 90% della produzione viene coperto dalle regioni meridionali come Sicilia, Puglia, Campania e Sardegna.

Patate per tutto l’anno

La raccolta delle patate comincia a marzo con le varietà più precoci al sud mentre continua in tutta Italia per i mesi successivi, passando da giugno per le patate comuni, mentre prosegue fino a dicembre per le varietà extrastagionali, dette bisestili. Questo permette di avere a disposizione sul mercato patate fresche praticamente per tutto l’anno.

Mentre le altre patate una volta raccolte possono essere conservate per un certo periodo di tempo, le patate novelle devono essere consumate fresche. Infatti devono essere messe in commercio entro 6-7 giorni dalla raccolta. Le altre varietà invece possono essere conservate tranquillamente in celle frigorifere a circa 7-8°C di temperatura, dopo essere state sottoposte a trattamento antigermogliante. Questo garantisce una distribuzione più uniforme del prodotto dilatando di mesi la messa in vendita di una particolare varietà di patata.

Le patate d’eccellenza – IGP e DOP

Anche se la produzione della patata a portato a prodotti con determinati standard di qualità, uniformando molto il prodotto, in Italia è possibile trovare delle patate che si evidenziano per standard qualitativi e soprattutto conservano, grazie a metodi di produzione più basati sulla qualità che sulla quantità, i sapori e le caratteristiche delle ‘patate di una volta’.

Molte di queste varietà sono state caratterizzate e riconosciute da marchi IGP e DOP.

  • Patata di Bologna DOP

Ovale, allungata, dalla buccia liscia, appartiene alla varietà Primura

  • Patata della Sila IGP

Patata dalla buccia spessa e con la polpa consistente, ideale per le fritture.

  • Patata di Montese
  • Novella Sieglinde di Galatina
  • Patata tipica di Siracusa
  • Patata Felix campana
le piante delle patate

Patate arricchite con selenio e iodio

Spesso troviamo in mercato patate con la dicitura ‘arricchite con selenio e iodio’. Queste patate infatti vengono arricchite con questi elementi necessari al fabbisogno nutritivo giornaliero. L’arricchimento avviene tramite metodo naturale, i due elementi vengono spruzzati gradualmente sulle foglie delle piante durante la vita della pianta, ed essa va via via accumulandoli nei tuberi, le patate appunto.

Questi elementi rimangono all’interno della patata anche dopo la cottura, anche se il quantitativo che contengono non copre al 100% il fabbisogno giornaliero. Si calcola che dovremmo consumare altrimenti dai 600g ad 1Kg di patate al giorno arricchite di questi elementi.

Le ricette con le patate

Data la grande adattabilità e diffusione della patata, sono infinite le ricette con le patate che sono entrate a far parte della nostra tradizione, insieme a tantissime altre ricette di origine straniera ma che sono entrate a far parte della nostra gastronomia italiana.

patatine fritte a bastoncinoPatatine fritte
patattine fritte tonde sottili mChips – Patatine fritte a fette
pasta cipolla e patatePasta patate e cipolla
patate arrosto mPatate arrosto
Crocché di patateCrocchè
panzarotti napoletaniPanzarotti napoletani
Gattoncini di patate napoletaniGattoncini di patate
Patate mpacchiusePatate mpacchiuse
patate alla bracePatate alla brace
patate prezzemolatePatate prezzemolate
Patate in tecia
patate dolci croccanti con limePatate dolci croccanti con lime e paprika
patate e peperoni frittiPatate e peperoni fritti

Dai il tuo voto