Ravioli di cavolo nero, pinoli e pecorino al profumo di timo 5/5 (3)

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo

Ravioli di cavolo nero, pinoli e pecorino al profumo di timo

Durata 2h 30 min
Difficoltà  Difficile
Origine Interregionale

I ravioli di cavolo nero, pinoli e pecorino al profumo di timo, sono una ricetta che ho interpretato personalmente ed è nata da diverse modifiche effettuate ad una tipologia di raviolo (ripieno di pecorino e cavolo nero) che mi capitò di assaggiare in un ristorante di cucina toscana. Questo piatto è davvero interessante, un po’ laborioso nella preparazione, ma al gusto vedrete vi darà molta soddisfazione. Il gusto equilibrato degli ingredienti del ripieno vengono arricchiti dal profumo del timo fresco usato per insaporire il burro per il condimento. Da provare assolutamente.

Abbinamento vinoVino in abbinamento: Vernaccia di San Gimignano DOCG

Ingredienti

Per 4 persone

Per i tortelli:

  • 400 gr di Farina
  • 4 Uova
  • Sale

Per il ripieno:

  • 10 foglie (circa 300 gr) di Cavolo nero toscano
  • 6 cucchiai di Pecorino Romano grattugiato
  • 2 cucchiai di Pinoli
  • 1 cucchiaio di Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Per condire:

  • Grana Padano grattugiato
  • Burro
  • Timo fresco
  • Sale

Prodotti tipici Prodotto tipico: cavolo nero toscano

Procedimento

Per prima cosa cominciamo con la preparazione del ripieno.

Prendete le foglie di cavolo nero e dopo averle lavate per bene sotto l’acqua corrente, con un coltello rimuovete il gambo centrale delle foglie che rimane troppo duro anche dopo una lunga cottura. Poi tagliate le foglie a pezzi più piccoli.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 03

Prendete una pentola, riempitela di acqua e portatela a bollore. Quando l’acqua sarà bollente versate le foglie di cavolo nero all’interno. Lasciate cuocere le foglie di cavolo nero per una decina di minuti. Non cuocetele per un tempo maggiore, infatti le foglie dovranno soltanto risultare morbide e non cotte appieno (una via di mezzo tra una scottata e la cottura).

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 04

Scolate il cavolo nero in uno scolapasta e poi strizzate per bene le foglie in modo da eliminare per bene l’acqua all’interno (ecco perchè non devono essere completamente cotte). Lasciate raffreddare le foglie di cavolo nero facendole svaporare per bene in modo da perdere ulteriore umidità.

Una volta che il cavolo nero si sarà perfettamente raffreddato mettetelo in un mixer. Aggiungete i pinoli ed il pecorino romano. Aggiungete i cucchiai di olio extravergine di oliva e una presa di sale. Poi frullate tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 05

Adesso che abbiamo il ripieno, lasciamolo riposare e occupiamoci della preparazione dei tortelli di zucca.

Preparate una spianatoia, versate la farina formando una fontana e ricavate un incavo al centro. Nell’incavo sgusciate le uova e aggiungete un pizzico di sale.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 01

Aggiungete pochissima acqua e cominciate ad impastare dapprima delicatamente facendo in modo da non far fuoriuscire le uova dall’incavo e facendole incorporare per bene nella farina, poi sempre più vigorosamente. Impastate per una decina di minuti in modo da ottenere un impasto liscio, compatto ed elastico. Formate una palla, ricopritela di una pellicola trasparente e lasciatela riposare per circa 30 minuti.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 02

Trascorso il tempo prendete la palla e lavoratela sulla spianatoia fino ad ottenere una sfoglia di 1-2 mm di spessore. Utilizzare la macchinetta se preferite.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 06

Poi stesa la sfoglia, con una rotellina dentata tagliate la sfoglia ricavando tanti rettangoli di circa dimensioni 5×8 cm. Prendete la ciotola con il ripieno e con un cucchiaio formate tante piccole porzioni da porre al centro di ogni rettangolo di pasta.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 07

Prendete una seconda sfoglia e ricoprite la sfoglia con il ripieno, facendo aderire per bene i due strati tra di loro, premendo i bordi con le dita. Con l’aiuto di una rotella dentata ricavate i ravioli e nel frattempo li sigillerete così definitivamente.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 08

Prendete una pentola, riempitela di acqua e portatela a bollore. Una volta che l’acqua avrà raggiunto l’ebollizione, aggiungete una presa di sale e dopo pochi secondi versate i ravioli di cavolo nero con attenzione (si potrebbero rompere). Scolateli quando sono ancora al dente (tendono facilmente a rompersi) e trasferiteli in una zuppiera.

ravioli di cavolo nero pinoli pecorino e timo 09

A parte prendete un pentolino od una padella ed aggiungete due grosse noci di burro ed i rametti di timo fresco. Fate sciogliere il burro e lasciatelo insaporire per bene con le foglie di timo. Quando i tortelli sono ancora caldi conditeli con abbondante burro fuso. Poi aggiungete una buona spolverata di grana padano grattugiato.

I tortelli di zucca devono essere serviti ben caldi.

Dai il tuo voto