Ravioli di erbe con sugo di funghi tritati 5/5 (1)

Ravioli di erbe con sugo di funghi

Ravioli di erbe con sugo di funghi tritati

Durata  1 h 40 min
Difficoltà  Intermedia
Origine Interregionale

Se sei un goloso di pasta fresca ripiena non potrai di certo non provare i ravioli di erbe con sugo di funghi tritati. Questi ravioli hanno un ripieno interno a base di bieta, spinaci ed erbe aromatiche come menta, basilico, origano fresco e prezzemolo, il tutto insaporito da parmigiano grattugiato e pinoli tritati. Come condimento a questi ravioli si adatta benissimo un sugo a base di funghi misti tritati abbastanza finemente. La ricetta è abbastanza lunga, ma ne vale veramente la pena. Provate.

Ingredienti

Per 4 persone.

Ingredienti per la pasta fresca:

  • 3 uova
  • 300 gr di farina di grano duro
  • 100 gr di semola di grano duro
  • sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 300 gr di Spinaci
  • 300 gr di Bietina
  • 1 cucchiaio di Pinoli
  • 60 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 2 foglie di salvia
  • un po’ di menta
  • Prezzemolo
  • 4 foglie di Basilico
  • Origano o Timo fresco q.b.
  • Funghi secchi ammollati q.b.
  • 1 Uovo
  • 4 cucchiai di Pangrattato
  • Noce moscata
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale
  • Pepe

Ingredienti per il sugo di funghi:

  • 1 kg di funghi misti
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

Preparazione

Prendete le foglie di bieta e di spinaci e lavatele per bene sotto l’acqua corrente. Poi prendete una pentola ben capiente e riempitela di acqua. Portatela a bollore e poi scottate le verdure per circa 5 minuti.

Tomaxelle - Tomaselle genovesi

Una volta ben scottate ed ammorbidite, scolate le verdure e lasciatele raffreddare nello scolapasta. Nel frattempo prendete un po’ di pinoli e tostateli, riscaldandoli in una padella per circa 4 minuti. Poi versateli in una ciotola o direttamente nel contenitore di uno sminuzzatore (o frullatore). Aggiungete anche delle foglie di salvia, di basilico, di prezzemolo e di origano (o timo) fresco.

Tomaxelle - Tomaselle genovesi

Prendete i funghi selvatici secchi e lasciateli in ammollo per il tempo necessario a farli rinvivire ed ammorbidire. Poi una volta ben ammollati, scolateli, strizzateli e poi fateli saltare in padella con un po’ d’olio.

Tomaxelle - Tomaselle genovesi

Nel contenitore dello sminuzzatore, unite ai pinoli, e alle erbe aromatiche anche la bieta e gli spinaci strizzati ed i funghi saltati in padella. Frullate il tutto finché non otterrete un bell’impasto. Versate poi l’impasto in una ciotola insieme a del pangrattato.

Tomaxelle - Tomaselle genovesi

Rompeteci anche un uovo ed il Parmigiano Reggiano grattugiato. Aggiungete inoltre una grattata di noce moscata, un po’ di pepe ed infine un po’ di sale. Mescolate per bene il tutto finchè non otterrete un bell’impasto omogeneo. Se troppo liquido aggiungete altro pangrattato, se troppo duro aggiungete un po’ di olio extravergine di oliva.

Tomaxelle - Tomaselle genovesi

Adesso che abbiamo il ripieno pronto preoccupiamoci della preparazione della pasta fresca all’uovo con cui prepareremo i ravioli.

Disponete sopra una spianatoia la farina e la semola formando la classica fontana con un incavo al centro. Aggiungete un pizzico di sale e rompeteci le uova all’interno. Cominciate ad impastare per amalgamare le uova con la farina.

ravioli di erbe con sugo di funghi tritati 01

Continuate ad impastare vigorosamente finché non otterrete un bell’impasto liscio e omogeneo. Formate una palla con l’impasto e ricopritelo con della pellicola trasparente. Lasciatelo riposare per circa 30 minuti.

ravioli di erbe con sugo di funghi tritati 01

Una volta trascorso il tempo, riprendete l’impasto togliendo la pellicola trasparente. Con la macchinetta per la pasta, stendete delle lunghe sfoglie di circa 1 mm di spessore. Poi disponetele una affianco all’altra sulla spianatoia leggermente ricoperta di farina. Aiutatevi con un cucchiaio e prendete delle porzioni di impasto di erbe delle dimensioni di circa una noce. Disponete le porzioni sopra la sfoglia, una accanto all’altra ad una distanza di circa 6-7 cm. Se avete il timbro per fare i ravioli di forma tonda vi conviene disporre i ripieni in modo alternato in modo da utilizzare più pasta possibile.

ravioli di erbe con sugo di funghi tritati

Ricoprite poi la sfoglia con i ripieni disposti sopra, con un’altra sfoglia. Fate ben pressione con le dita per far aderire perfettamente la pasta nello spazio intorno ai ripieni. Poi con il timbro ritagliate i ravioli. Se invece non avete il timbro, usate una rotellina dentata e tagliate i ravioli a forma quadrata o leggermente rettangolare. Recuperate la pasta avanzata per creare una nuova sfoglia. Via via così preparate tutti i ravioli e disponeteli in un vassoio su cui avrete cosparso un po’ di semola di grano duro.

ravioli di erbe con sugo di funghi tritati

Adesso che i ravioli alle erbe sono pronti, non vi rimane che preparare il sugo a base di funghi misti. Prendete i funghi misti, lavateli per bene per eliminare tutte le tracce di terra ed eliminate la parte finale del gambo con le radici. Poi tagliateli a piccoli tocchetti (più piccoli di 1 cm), quasi fosse un trito. Prendete una padella ed aggiungete un filo abbondante di olio extravergine di oliva ed uno spicchio d’aglio sbucciato. Lasciate soffriggere l’aglio per circa 3 minuti poi versateci il trito di funghi misti. Fateli rosolare per bene e poi sfumate il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco. Fate evaporare tutto il vino e poi lasciate cuocere i funghi a fuoco lento e con un coperchio per circa una decina di minuti.

Nel frattempo riempite una pentola di acqua e portate a bollore. Una volta raggiunta l’ebollizione aggiungete una presa di sale grosso e poi versate i ravioli. Lasciateli cuocere per circa 8 minuti e poi scolateli. Conditeli con il sugo di funghi misti tritate e mescolate affinché si insaporiscano per bene.

Servite i ravioli alle erbe con sugo di funghi tritati ben caldi aggiungendo una bella spolverata di parmigiano reggiano grattugiato.

Dai il tuo voto