Ricette tipiche Romane e del Lazio

Le ricette tipiche Romane e del Lazio, sono un vero e proprio viaggio nei sapori semplici e genuini della tradizione contadina e pastorale. I piatti laziali riflettono una cultura gastronomica che valorizza gli ingredienti freschi e locali, con una predilezione per la semplicità che esalta i sapori autentici.

Ricette tipiche Romane e del Lazio

Ha un bell’essere caput mundi, capitale d’Italia e della cristianità: la sua cucina è la più plebea che esista nella penisola; sapidissima, certa, aggressiva, policroma, ma agreste, nata dal gusto di caprai, di butteri, di pastori, di bufale e incivilita dalle ricette del ghetto. I suoi condimenti sono lo strutto, il lardo, il guanciale, la ventresca. Impingua la pastasciutta con la ricotta, con le uova e con il guanciale, vi grattugia su l’acuto pecorino.” Paolo Monelli (1894 – 1984), scrittore e giornalista italiano.

Sono parole d’uno che, se escludiamo gli anni grevi dell’ultima vecchiata, di cucina che se ne intendeva: Paolo Monelli. Parole critiche, a mettersi sulla difensiva, e tuttavia tali da sottolineare la derivazione immediata, cucinaria dico, delle proprie radici. Citano primissimo tra i condimenti, lo strutto. E anche se oggi lo strutto è assente, ecco subito, negli spaghetti alla amatriciana così come in quelli alla carbonara, prenderne il posto il guanciale (ossia la ganascia del maiale; assai meglio qui della pancetta: il guanciale sfrigola sotto il dente e si spezza dove la pancetta si ammollerebbe e ti costringerebbe a biascicare) e nelle minestre di battuto, e nei fagioli le cotiche.

Spaghetti alla carbonara ingredienti

La cucina romana si basa su ingredienti di base, facilmente reperibili e di alta qualità. Il pecorino romano, un formaggio di pecora stagionato, è onnipresente in molte ricette, donando ai piatti un sapore deciso e caratteristico. La tradizione pastorale del Lazio ha portato all’uso estensivo di carni come l’agnello (abbacchio) e il maiale. Non è raro trovare piatti a base di interiora e frattaglie, come la coda alla vaccinara, che testimoniano la filosofia del “non si butta via niente”.

Ricette tipiche del Lazio

La pasta è il fulcro della cucina romana. Pensiamo agli spaghetti alla carbonara, ai bucatini all’amatriciana, alla cacio e pepe: piatti semplici ma ricchi di sapore. La carbonara, con la sua crema di uova, pecorino e pepe, arricchita dal guanciale croccante, è un emblema di questa cucina. L’amatriciana, con il suo sugo di pomodoro, guanciale e pecorino, rappresenta un altro caposaldo, originario della città di Amatrice. La comunità ebraica di Roma ha lasciato un’impronta significativa sulla cucina locale. Piatti come i carciofi alla giudia, fritti fino a diventare croccanti e dorati, e il filetto di baccalà fritto sono esempi del contributo ebraico alla gastronomia romana.

Spaghetti alla carbonara

Le verdure, spesso coltivate negli orti urbani e suburbani, sono protagoniste in molti piatti. Zucchine, carciofi, cicoria e fave sono tra le verdure più utilizzate. Minestre e zuppe di legumi, come la pasta e ceci o la pasta e fagioli, rispecchiano l’antica tradizione contadina e offrono piatti nutrienti e saporiti. Mangiare nel Lazio è un’esperienza sociale. Le trattorie e le osterie romane sono luoghi di convivialità, dove ci si riunisce per godere di pasti abbondanti e gustosi. La cucina laziale rispetta la stagionalità degli ingredienti, utilizzando prodotti freschi disponibili in ogni periodo dell’anno. Molti piatti sono legati a specifiche festività e celebrazioni religiose, come l’abbacchio alla romana, tradizionale della Pasqua.

Le ricette tipiche Romane e del Lazio

Antipasti

cazzimperio

Cazzimperio

4.67/5 (3)
Suppli di riso

Supplì al telefono

4.92/5 (13)

Primi Piatti

Pasta e ceci

Pasta e ceci

5/5 (2)
pomodori al riso

Pomodori al riso

4.93/5 (15)

Secondi Piatti

Abbuticchi

Abbuticchi

5/5 (98)
Bazzoffia

Bazzoffia

4.5/5 (2)
Coratella

Coratella

4.94/5 (16)
Trippa alla romana

Trippa alla romana

4.42/5 (12)

Contorni

agretti

Agretti

4.75/5 (4)
Cicoria ripassata

Cicoria ripassata

4.67/5 (3)
Vignarola

Vignarola

4.75/5 (4)

Dolci