Pasta

Bigoli

I bigoli sono un formato di pasta fresca tipica del Vicentino e del Veronese. Questi larghi spaghettoni si ottengono da un impasto di farina di grano tenero trafilata in uno speciale torchio, chiamato bigolaro. Questo processo permette di ottenere una superficie ruvida sul bigolo che lo rende più adatto a trattenere il sugo.

Origine: Veneto

I Bigoli

Sono un tipo di pasta lunga e spessa originaria del Veneto, una regione nel nord-est dell’Italia. Sono simili agli spaghetti, ma hanno una consistenza più robusta e una forma leggermente più grossolana. Le origini si fanno risalire al periodo del Rinascimento, in cui erano diffusi non solo nella zona tra Vicenza, Verona e Padova, ma era presente anche nella zona della Bassa Lombarda. Tradizionalmente, i bigoli sono fatti a mano, tirando e arrotolando la pasta per ottenere la loro caratteristica forma lunga e cilindrica. Solitamente, sono realizzati con farina di grano duro e acqua, anche se alcune ricette possono includere uova per una consistenza più ricca.

Il loro nome deriva probabilmente dal termine veneziano “bigolaro”, che si riferisce allo strumento utilizzato per fare questa pasta, chiamato “bigolaro” o “bigolaro pressa”, che è simile ad una macchina per fare la pasta con un’apposita trafila per ottenere la loro particolare forma. Questo formato di pasta è noto per essere abbinato a salse dense e ricche, come il ragù di carne o il sugo di anatra, in modo da poter trattenere bene il condimento. Sono anche spesso serviti con salse di pesce, come il tradizionale “sarde in saor” veneziano, una salsa a base di sarde, cipolle, uvetta e pinoli.

Oggi, si possono essere trovati anche nelle versioni industriali, ma molti ristoranti italiani e negozi specializzati li offrono ancora fatti a mano, apprezzati per la loro consistenza rustica e il loro sapore delizioso.

Le ricette

bigoli col musso (ragù d'asino)

Bigoli col musso

4.89/5 (18)

Dai il tuo voto