Pasta

Canederli (knödel)

I canederli, o knödel, sono dei grossi grocchi di pane ammollato nel latte arricchito con altri ingredienti. Diffusi in tutta la cucina Mitteleuropea (Germania, Austria, Repubblica Ceca, Polonia), si differenziano nella preparazione e negli ingredienti aggiuntivi. Nella versione italiana, cioè quella del sud Tirolo, li troviamo arricchiti con lo speck (Speckknödel).

Origine: Trentino Alto Adige

Canederli

Sono un piatto tradizionale della cucina altoatesina e tirolese, conosciuto anche in altre regioni dell’Europa centrale come Austria e Slovenia. Si tratta di gnocchi di pane, preparati solitamente con pane raffermo, latte, uova, farina, spezie e ingredienti vari che possono includere pancetta, formaggio, erbe aromatiche, verdure o addirittura frutta secca.

La loro preparazione inizia solitamente con il pane raffermo, che viene tagliato a cubetti e lasciato in ammollo nel latte o brodo caldo fino a quando diventa morbido. Successivamente, vengono aggiunti uova, farina e gli altri ingredienti desiderati per formare un impasto consistente e omogeneo. A questo punto, l’impasto viene lavorato e formato in piccole palline o cilindri che vengono bolliti in acqua salata o brodo fino a quando non vengono cotti.

Esistono molte varianti regionali, ognuna con le proprie caratteristiche e ingredienti distintivi. Ad esempio, i canederli al formaggio possono contenere formaggi come lo Speck, il Montasio o il formaggio grana; i canederli alle erbe possono includere prezzemolo, timo o altre erbe aromatiche; mentre i canederli dolci possono essere preparati con frutta secca, marmellata o cioccolato.

I canederli sono un piatto sostanzioso e confortante, perfetto per affrontare le fredde giornate invernali, e sono molto apprezzati per il loro sapore ricco e la loro versatilità culinaria. Sono serviti solitamente come piatto principale, anche se possono essere consumati come contorno o come antipasto. Vengono spesso accompagnati da brodo caldo o salsa, soprattutto se serviti come zuppa, oppure possono essere saltati in padella con burro fuso o pancetta croccante per renderli ancora più saporiti.

Integrati fortemente nella cucina tirolese , li troviamo preparati in diversi modi. Si possono gustare semplicemente conditi con del burro e un po’ di erba cipollina, oppure anche cotti nel brodo. Buona ed esteticamente gradevole la versione a tre colori, dove si servono tre canederli con colori diversi (uno bianco classico, uno verde a base di erbe, ed uno rosso a base di rape rosse).

Le ricette

Dai il tuo voto