Pasta

Strangozzi

Gli Strangozzi, o a seconda della zona noti anche come stringozzi, sono un formato di pasta tipico dell’Umbria. Nella zona del ternano sono noti invece come ciriole. Si tratta di una formato di pasta fresca ottenuto da farina di frumento (e qualche volta anche semola), acqua, sale e a volte con un po’ di olio.

Origine: Umbria

Gli strangozzi

Sono un tipo di pasta tradizionale della regione dell’Umbria, nel cuore dell’Italia. Si tratta di una pasta semplice, fatta con pochi ingredienti ma molto gustosa.

Gli strangozzi sono simili agli spaghetti, ma di solito sono più corti e più spessi, con una forma più irregolare. Tradizionalmente, vengono fatti a mano utilizzando solo farina di grano duro e acqua, senza l’aggiunta di uova. L’impasto viene lavorato fino a ottenere una consistenza elastica e morbida, quindi viene tirato e tagliato a mano per creare le strisce di pasta. Una volta preparati, gli strangozzi vengono cotti in abbondante acqua salata fino a quando non sono al dente, poi vengono scolati e conditi con sughi vari. Tra i sughi più comuni ci sono il sugo di pomodoro fresco, il ragù di carne, il sugo alle verdure o il classico condimento umbro a base di olio d’oliva, aglio, peperoncino e prezzemolo.

Una delle varianti più famose degli strangozzi umbri è rappresentata dagli “strangozzi al tartufo”, conditi con burro fuso e tartufo fresco o tartufi a fette. Questa è una prelibatezza tipica della cucina umbra, che valorizza l’aroma e il sapore unico del tartufo, un fungo pregiato che cresce nel sottosuolo.

Gli strangozzi umbri sono amati per la loro consistenza rustica e il loro sapore semplice ma appagante. Sono un piatto molto popolare sia tra i residenti locali che tra i visitatori della regione, e sono spesso serviti in ristoranti tradizionali umbri come piatto principale o come parte di un pasto abbondante e genuino. La loro storia culinaria radicata nelle tradizioni umbre li rende una vera delizia per gli amanti della cucina italiana autentica.

Ricette

Dai il tuo voto