Ricci di mare

Ricci di mare

Ricci di mare

I ricci di mare sono dei molluschi presenti nei nostri mari, in particolare Sicilia, Sardegna e Puglia. Questi frutti di mare sono caratterizzati da un involucro calcareo ricoperto di aculei. Ne esistono di diverse specie, la più comune è proprio quella che si trova nelle coste del Mediterraneo, ed è chiamata Paracentrotus lividus.
Nonostante siano stati fatti diversi tentativi di allevamento intensivo, questo frutto di mare rimane ancora a sviluppo libero e quindi la produzione coinvolge solo la fase di raccolta che viene ancora effettuata a mano.
Raccolti e pescati nelle regioni del Sud, i frutti di mare sono entrati nella tradizione gastronomica di queste regioni e vengono generalmente consumati crudi. I ricci di mare vengono tagliati a metà e con un cucchiaino o aiutandosi con un pezzo di pane si raccoglie la polpa arancione. Questa polpa non è altro che le gonadi, la parte prelibata di questo mollusco, cioè gli ovari di un intenso colore giallo arancio.

Più il riccio viene pescato nel periodo vicino al periodo di riproduzione, maggiore saranno le dimensioni delle gonadi, quindi la raccolta avviene nei primi mesi invernali fino ad Aprile, mese in cui la pesca viene vietata per il fermo biologico.

Dato il loro forte sapore di mare, i ricci di mare sono anche adatti per condire la pasta, in particolar modo gli spaghetti.

 

Dai il tuo voto