FormaggiLombardiaProdotti tipici

Formaggio Crott della Valchiavenna

Formaggio Crott della Valchiavenna

Origine: Lombardia

Il formaggio Crott della Valchiavenna viene prodotto nei caratteristici Grotti, tipici della valle, che non sono altro che delle grotte naturali in cui vi spira costantemente una corrente d’aria a temperatura costante. Molti di questi grotti vengono utilizzati per far stagionare prodotti tipici come formaggi od affettati, come il formaggio grott.

Il Formaggio Crott della Valchiavenna

Il formaggio Grott della Valchiavenna viene ottenuto interamente da latte vaccino prodotto nel periodo invernale, periodo in cui le mucche si nutrono di fieno. Le tecniche di produzione sono simili al formaggio Bitto, ma si differenzia da alcune caratteristiche peculiari che lo rendono un prodotto unico. Il fatto di poter maturare nei crott permette a questo formaggio di poter acquisire una acarinatura importante della crosta che conferisce al formaggio aromi del tutto particolari.

Il periodo di stagionatura minimo è di circa tre mesi. Generalmente, però si preferisce estendere questo periodo di maturazione per oltre otto mesi, per incrementare ulteriormente le sue caratteristiche aromatiche che lo contraddistinguono.

Il Crott della Valchiavenna è un formaggio amato dai gourmet e dagli appassionati del settore, grazie al suo sapore distintivo e alla sua storia radicata nella tradizione locale della Valchiavenna. Se hai l’opportunità di assaggiarlo, ti consiglio vivamente di farlo per scoprire tutto il suo fascino e la sua complessità.

I Grotti della Valchiavenna

I Grotti della Valchiavenna sono piccoli locali tradizionali, spesso scavati nelle rocce o costruiti all’interno di vecchie cantine. In questi locali generalmente si servono piatti tipici della cucina locale. I grotti sono conosciuti per offrire un’atmosfera accogliente e rustica, dove i visitatori possono gustare specialità gastronomiche preparate con ingredienti locali e tradizionali. I piatti serviti nei grotti della Valchiavenna spaziano dalla polenta taragna (una polenta preparata con una miscela di farina di mais e farina di grano saraceno) alle pietanze a base di formaggi locali, come il Bitto e il Casera, fino alle carni cotte alla griglia o in umido. Oltre alla buona cucina, i grotti della Valchiavenna offrono spesso anche una selezione di vini locali e altre bevande tradizionali, che contribuiscono a rendere l’esperienza culinaria ancora più completa e autentica.

I Grotti della Valchiavenna sono diventati un punto di riferimento per i turisti e gli amanti della gastronomia che desiderano esplorare le tradizioni culinarie e culturali della regione. La loro atmosfera caratteristica e l’offerta di cibo genuino e di qualità li rendono una tappa imperdibile per chi visita la Valchiavenna.

Ricette tipiche con il formaggio Crott della Valchiavenna

Dai il tuo voto