Guanciale calabrese 5/5 (1)

 guanciale calabrese

Guanciale calabrese

calabriaOrigine: Calabria

Il guanciale calabrese, viene anche chiamato Buccularu o Vuccularo, ed è un prodotto tipico molto usato nelle ricette tipiche calabresi. Questo grazie al suo sapore più delicato rispetto alla pancetta e alla sua morbidezza dopo la cottura. Queste caratteristiche lo rendono più adatto ad essere utilizzato durante la cottura come ingrediente di sughi e condimenti. Ma il guanciale calabrese viene anche consumato così come è, affettato finemente ed accompagnato da dell’ottimo pane e del vino.

Questo salume viene realizzato dalla guancia del maiale che dopo essere stata rifilata per ottenere la sua tipica forma triangolare, viene poi sottoposta a salatura. Il sale utilizzato segue un preciso rapporto di 35-40g per chilogramma di guanciale fresco.

Una volta immerso nel sale, si lascia riposare il guanciale per circa 4-5 giorni, girando ogni tanto il taglio in modo da ottenere una salatura omogenea.

Trascorso questo tempo si procede all’asciugatura del guanciale,  seguito immediatamente da un processo di lavatura mediante vino o aceto. Poi si procede all’aromatizzazione con il peperoncino secco sbriciolato o in polvere.

Infine il salume viene sottoposto ad una stagionatura lenta in appositi locali ventilati che può durare dai 2 ai 3 mesi.

 

Dai il tuo voto