Maiorchino

maiorchino

Maiorchino

siciliaOrigine: Sicilia

Il maiorchino è un formaggio tipico siciliano, ottenuto da latte di pecora con un’aggiunta che va dal 30% al 50% di latte di capra. La zona di produzione è quella dei Monti Peloritani e dei Nebrodi in provincia di Messina.

Il maiorchino è un prodotto di antiche tradizioni, infatti sembrerebbe che la sua comparsa risalga intono al Seicento nella cittadina di Novara di Sicilia, dove fu recuperato l’antico gioco popolare chiamato ‘a maiurchea’. Questo gioco era un torneo che si teneva durante le sagre annuali tenute durante il periodo di Carnevale, e che consiste nel far ruzzolare forme di cacio stagionato per le strade del centro storico.

Il latte crudo viene fatto coagulare utilizzando sia caglio di capretto che di agnello. Una volta ottenuta la cagliata, questa viene rotta in grani fini e poi successivamente cotta nella quadara. La massa morbida ottenuta viene infine collocata nelle fascere. A questo punto il formaggio viene sottoposto a foratura per favorire la fuoriuscita del siero accumulato all’interno. Il procedimento consiste nel forare ripetutamente il formaggio con degli aghi di ferro, che andranno a forare le bolle d’aria che formano all’interno della pasta. Infine si preme poi delicatamente con le mani, in modo da riempire le bolle e gli spazi che erano occupati dal siero.

Poi una volta finita la foratura si passa alla salatura a secco che dura per un periodo di 20-30 giorni per infine passare ad una lunga stagionatura (fino a 2 anni) all’interno di locali scavati nella pietra che permettono di fornire il giusto ambiente fresco e umido.

Il maiorchino è un formaggio che si presenta con una crosta di colore giallo con alcune sfumature ambrate, che vanno via via scurendosi con l’andare avanti della stagionatura, mentre l’impasto all’interno rimane bianco-paglierino a consistenza compatta.

 

Dai il tuo voto