Tartufo nero di Norcia

tartufo nero di norcia

Tartufo nero di Norcia

 Origine: Umbria

Il tartufo nero di Norcia (Tuber melanosporum Vittadini) è un prodotto tipico dell’Umbria. In particolare, il tartufo è un fungo invernale che generalmente viene raccolto da metà Novembre a metà Marzo. Questo tartufo è ben diverso da quello nero ordinario, chiamato anche tartufo di Bagnoli. Infatti quello ordinario ha un forte odore fenico, un sapore amarognolo ed uno scarso valore commerciale, mentre quello di Norcia ha un profumo intenso ed aromatico, tanto che viene chiamato anche “tartufo nero dolce”.

Il tartufo nero di Norcia ha aspetto rotondo e omogeneo, e la sua superficie scorzosa, chiamata peridio, ha sporgenze e verruche tali da renderlo molto rugoso al tatto. Il suo colore è molto bruno, nerastro, ma si possono trovare alcuni esemplari ancora di un colore rosso vinaccia, sintomo che non sono giunti ancora a perfetta maturazione. La parte interna, chiamata glena, invece è nero violacea con tante venature biancastre.

tartufo nero di Norcia

Per quanto riguarda le dimensioni, quelle più comuni sono quelle simili ad una noce, ma non mancano esemplari che riescono a raggiungere dimensioni pari a quella di una grossa mela, pesando alla fine persino il chilo di peso.

Questo tartufo così pregiato predilige le zone collinari e montane, in particolare le zone boscose ricchi di alberi di rovere, leccio e carpino nero. Il terreno adatto deve essere ben drenato e illuminato. Quindi  si trova spesso nelle zone sotto gli alberi in cui la vegetazione scarseggia e l’erba è rada.

Ricette con il tartufo nero di Norcia

Ciriole al tartufoCiriole al tartufo
strangozzi al tartufoStrangozzi al tartufo

Dai il tuo voto