Le ricette tipiche pugliesi

Ricette tipiche delle regione Puglia

Terre bagnate da mari omerici. Terre segnate dalle macchie argento degli olivi secolari e da quelle verde tenero e rosso rugoso della sacra vite. Questa è la Puglia, ricca e povera allo stesso tempo. Ricca di storie e tradizioni e povera, o meglio rurale, terra di marinai e agricoltori che si sono da sempre sostenuti con i prodotti semplici e genuini che portavano a casa. Quindi ancora oggi la Puglia ha una cucina essenziale, saldamente popolare, e che si mantiene profondamente genuina, profusa di aromi e sapori. I prodotti del mare e della terra vengono così proposti a tavola in maniera semplice, mantenendo il più possibile la loro genuinità, i loro profumi e sapori accompagnati da sempre da dell’ottimo olio di oliva e dal vino di cui questa terra è ricca.

fave e cicorie selvatiche

Il piatto che affonda di più le sue radici storiche è una purea di fave condita con foglie lesse di cicoria e condita con olio extravergine di oliva, sempre accompagnato da delle fette di pane abbrustolite. Fave e cicorie, un piatto semplice come il suo nome, genuino, che una volta nutriva e che oggi viene proposto nei migliori ristoranti come piatto tipico. Un po’ di ruralità e di cose semplici in un piatto sano e gustosissimo. Cibi poveri, che trovano nella immediatezza delle cotture e nei sapori originari dei cibi, le verdure colte pochi minuti prima nel campo. Così come le cime di rapa, che trovano massima espressione nelle orecchiette con le cime di rapa, il piatto pugliese più famoso al di fuori della regione.

orecchiette con le cime di rapa

Nel suo territorio, la Puglia comprende anche l’immenso agro del Tavoliere. Qui è l’antico regno del grano; e proprio il grano è alla base della sua alimentazione. Una delle caratteristiche degli italiani che si è conservata più nei secoli è l’immutato l’amore per il pane. La frisedda, ciambella con buco stretto di farina integrale o bianca, è infornata, cotta e tagliata in due nel senso orizzontale e riposta in forno a biscottare; va poi immersa in acqua fredda e, una volta tenera, condita con olio d’oliva di frantoio, peperoncino rosso e sale (facoltativa l’aggiunta di pomodoro e cipolla). Con gli stessi ingredienti, ma con acqua bollente e non fredda, hai la cialledda.

Tra i fritti, da mangiare per strada, che oggi definiamo come street food, vi sono i panzerotti, soffici e deliziosi, ripieni di mozzarella fondente, passata di pomodoro e acciughe.

Panzerotti pugliesi

Tra le carni hanno il privilegio quelle di agnello e di cavallo, che troviamo in moltissime preparazioni mentre la carne bovina non vanta tali tradizioni come dice il proverbio: “carne da vaccine sbrevogne a ci ‘a cucine” (la carne vaccina fa sfigurare chi la cucina). Nonostante questo, comunque oggi la carne di manzo va via sostituendo sempre di più quella di cavallo, e la ritroviamo oggi nelle braciole, involtini di carne cotta per lungo tempo nel sugo di pomodoro, ottime per condimento nella pasta o per gustarle da sole. Per quanto riguarda l’agnello, possiamo citare i gnumarieddi, turcinieddri, o torcinelli, gomitoletti di budelline d’agnello o capretto rinserranti le interiora dello stesso, cotti al forno o stufati in tegame di coccio.

Antipasti

Alici marinate

Alici marinate

5/5 (2)
burrata

Burrata

5/5 (4)
Lampascioni fritti

Lampascioni fritti

4.83/5 (6)
Panzerotti pugliesi m

Panzerotti 

5/5 (13)
pizzo leccese

Pizzo leccese

3.67/5 (3)
Pettole

Pettole

3.67/5 (3)
rustico leccese

Rustico leccese

5/5 (4)
Scagliozzi

Scagliozzi

5/5 (4)

Primi Piatti

Ciceri e tria

Ciceri e tria

4.27/5 (11)
Sagne ncannulate

Sagne ncannulate

4.87/5 (15)

Secondi Piatti

bombette di martina franca

Bombette

4.33/5 (6)
puccia leccese

Puccia leccese

5/5 (13)

Contorni

carciofi fritti

Carciofi fritti

5/5 (2)
Spogna (finocchietto) in umido

Spogna in umido

5/5 (2)

Dolci

cartellate pugliesi

Cartellate

5/5 (2)
Cotognata leccese

Cotognata leccese

4.43/5 (23)
Pasticciotto leccese

Pasticciotti

5/5 (10)
sporcamuss

Sporcamuss

4.75/5 (4)