Migliaccio napoletano 5/5 (1)

Il migliaccio è un dolce tipico napoletano che si preparava durante i giorni di festa e soprattutto durante il periodo di Carnevale. Il suo nome deriva proprio dal miglio, un cereale oggi poco utilizzato ma che nei secoli passati veniva spesso utilizzato nella cucina povera partenopea. La ricetta originale richiede il miglio, ma spesso c’è chi usa il semolino al suo posto.

5/5 (1) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/migliaccio-napoletano/">Leggi il seguito

Strudel di mele 5/5 (2)

Lo strudel di mele è un dolce tipico dell’Alto Adige. Non è esagerare affermando che questo è il dolce più noto della tradizione gastronomica tirolese. Apprezzato in tutta italia, non è vi persona che non abbia provato a rifarlo a casa almeno una volta.

5/5 (2) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/strudel-di-mele/">Leggi il seguito

Polenta e osei (Dolce) 5/5 (2)

La polenta e osei è un dolce ormai entrato nella tradizione dolciaria di Bergamo. Infatti questo dolce prende il nome dal famosissimo piatto tradizionale bergamasco polenta e osei. Questo dolce è stato inventato nel 1910 dal pasticcere Alessio Amedeo.

5/5 (2) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/polenta-e-osei-dolce/">Leggi il seguito

Babà 5/5 (4)

Il babà è un dolce tipico della pasticceria napoletana. Questo dolce nacque dalla rivisitazione di un dolce polacco, che ne fu sfruttata soprattutto la procedura di lievitazione che garantisce una consistenza estremamente spumosa e soffice. Questo dolce di nome babka ponczowa, diventò semplicemente babà, termine molto più pronunciabile.

5/5 (4) " href="https://www.granconsigliodellaforchetta.it/cucina-tipica/baba/">Leggi il seguito