Valle d’Aosta – Vini

Valle d'Aosta

I vini della Valle d’Aosta

La Valle d’Aosta è una  piccola regione (circa 3000 Kmq), interamente montuosa. Piccolissima la superficie vitata (circa 400 ettari) di cui il 70% in montagna e restante collina.

Da un punto di vista culturale, la Valle d’Aosta trova più elementi in comune con la Svizzera francese e con la Savoia in Francia, e lo stesso dicasi per il modo di concepire il vino e la sua coltura. Infatti sia i luoghi e tanto più i vini, qui riportano nomi in francese.

L’unica DOC della regione è la Valle d’Aosta DOC o la Vallée d’Aoste DOC, ma all’interno di essa si possono contraddistinguere ben 7 sottozone, ognuna di esse caratterizzata da diversi fattori pedoclimatici:

  • Arnad-Montjovet
  • Blanc de Morgex et de La Salle,
  • Chambave,
  • Sonnas,
  • Enfer d’Avrier,
  • Nus,
  • Torrette

Valle d'Aosta DOC

La produzione di questi vini è limitata e quindi è difficile poterli trovare spesso fuori dalla regione di produzione. La maggior parte delle bottiglie prodotte infatti è destinata ad un uso locale, sia in ambito privato che presso ristoranti, enoteche o altre strutture ricettive.

Per quanto riguarda il territorio, essendo principalmente costituito da una valle stretta contornata da alti pendii ai lati, eccetto alcune eccezioni, la disposizione dei vigneti è a terrazze molto ripide. Questa modalità di coltivazione si può ritrovare in Italia solo in alcuni territorio come la Valtellina o ad alcuni appezzamenti in Alto Adige. Inoltre i climi freddi e poco soleggiati fanno prediligere la pergola come forma di allevamento più idonea.

La Valle d’Aosta è una piccolissima regione, comunque, nonostante questo, la produzione vitivinicola Valdostana presenta una varietà e complessità notevole. Infatti possiede moltissimi vitigni autoctoni, con varietà che presentano una vitalità elevata anche a quote dove altre specie non sopravviverebbero o non sarebbero produttive.

Tra i vitigni a bacca rossa troviamo:

  • Petit rouge,
  • Prëmetta
  • Fumin,

tra quelli a bacca bianca

  • Priè Blanc.

Ma questo elenco non è esaustivo. Infatti si possono citare anche vitigni come il Mayolet, il Roussin, il Vuillermin, Neyret, ed altri ancora.

Infine nelle zone più basse, cioè quelle più prossime al confine con il Piemonte, si riscontrano invece produzioni e vitigni molto più simili alla tradizione piemontese, ed i vitigni autoctoni valdostani lasciano il posto a:

  • Nebbiolo,
  • Freisa
  • Moscato Bianco.

Abbinamento vinoVini

DOC