Crostini di polenta con ragù 4.75/5 (4)

Crostini di polenta con ragu

Crostini di polenta con ragù

Durata   1 h
Difficoltà  Intermedia
Origine Toscana

I crostini di polenta con ragù sono uno dei classici crostini per antipasto della tradizione toscana. Da soli o accompagnati da molte altre tipologie di crostino, affettati e formaggi tipici toscani, sono entrati a far parte della cucina tradizionale toscana. Piccole fette di polenta vengono tostate in forno e condite con un ragù di cacciagione, lepre, cinghiale o anatra, spesso utilizzato per condire anche i primi a venire, come pappardelle o pici. Nella ricetta specificherò un ragù di carne alla toscana, ma potete fare riferimento anche agli altri ragù di cacciagione.

locale Dove Mangiare: La Cantina – Greve in Chianti (Firenze)

Ingredienti

Per 4 persone

Per il ragù di carne:

  • 1 Cipolla
  • 1 Carota
  • 1 costa di Sedano
  • 100 gr di Carne di maiale macinata
  • 150 gr di Carne di manzo macinata
  • 50 gr di Fegatini di Pollo
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 500 gr di Pomodori Pelati
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Per il crostino di polenta:

  • 300 gr di Farina per polenta
  • 1 litro di Acqua
  • Sale

Procedimento

Ripeto, per la preparazione di questo piatto, spesso il ragù viene preparato in abbondanza per condire il primo piatto di pasta fresca. Una parte avanzata viene utilizzata per condire questi crostini di polenta.

Prendete la carota, il sedano e la cipolla, e dopo averle lavate, tritatele finemente ottenendo così un battuto.

Prendete un tegame di coccio (se non lo avete va bene una casseruola), aggiungete un filo d’olio e aggiungete il trito di cipolla, sedano e carota. Cominciate a far soffriggere gli odori, poi una volta dorati, aggiungete i fegatini di pollo tritati, fateli rosolare per circa un paio di minuti e poi aggiungete la carne di maiale e la carne di manzo macinati. Fate rosolare il tutto finchè non si saranno ben scurite tutte le carni (circa 6-7 minuti) poi quando il liquido di cottura che esce dalla carne si è asciugato, sfumate con il bicchiere di vino.

Continuate a rosolare finchè il vino non si sarà completamente asciugato e poi aggiungete i pelati di pomodoro. Regolate di sale e continuate la cottura a fuoco lento per circa 1 ora. Coprite con un coperchio.

Adesso pensiamo alla preparazione dei crostini di polenta.

Riempite una pentola con un litro di acqua e portatela a bollore. Salate e poi versate a pioggia la farina di mais per la polenta, mescolando in continuazione durante tutta la preparazione. Finchè la polenta non risulterà cotta, compatta. Prendete una placca o un vassoio rivestiti con carta da forno, oppure un tagliere abbastanza largo (se lo avete) e versateci sopra la polenta, formando uno strato di circa 1-2 centimetri di spessore. Lasciate raffreddare. Una volta che la polenta si sarà raffreddata, tagliate la polenta a rettangolini. Utilizzate la teglia con la carta da forno di prima e mettetela in forno a 180°C, in questo modo la polenta si asciugherà ulteriormente formando così i crostini di polenta. Se preferite invece li potete anche friggere, il sapore sarà leggermente diverso, comunque dopo la frittura fate in modo che non risultino unti, magari con una passatina in forno.

Distribuite il ragù caldo sui crostini di polenta e servite.

Dai il tuo voto